• Google+
  • Commenta
14 agosto 2012

I miracoli del cacao: migliora anche le funzioni cognitive

Un gruppo di ricercatori italiani ha scoperto l’ennesima qualità del cacao: migliora le funzioni cerebrali e i processi cognitivi.

Dietro il cacao si nasconde ben più di un attimo di puro godimento: una secolare cultura. L’antica bevanda di Montezuma, che ne era ghiotto al punto da consumarne oltre 50 tazze al giorno, prima di divenire cruccio e ardente desiderio di donne ossessionate dalla linea è stato merce di scambio, moneta, dono degli dei, privilegio, farmaco, afrodisiaco e in definitiva argomento di dibattito. Per secoli e secoli.

Cristoforo Colombo lo riteneva insignificante; Hernàn Cortes ne riconosceva il potenziale succhiandone il nettare dall’indice come i bambini;  la Chiesa di Pio V ne promuoveva il consumo per sopperire alle carenze energetiche nei giorni di digiuno; le corti europee del XVII secolo lo rivendicavano come possesso nobiliare da gustare nei salotti; Voltaire ne consumava in grandi quantità, in barba alla gastrite di cui soffriva; Casanova si dava al cioccolato prima delle sue performance sessuali, preferendolo allo champagne; Goldoni scrisse la celeberrima frase: “Viva la cioccolata e colui che l’ha inventata“; Maria Antonietta ne portava sempre un po con sé; De Sade offriva cioccolatini agli invitati delle sue epiche orge per “sciogliere muscoli e tensioni“.

E di esempi del genere potrebbero portarsene ad libitum, perché il cacao in tutte le sue declinazioni ha attraversato in forme e modi diversi i nobili palati di ogni tempo e ha affascinato e accompagnato, allietandoli o consolandoli, indicibili quantità di uomini in ogni circostanza, vivendone le passioni e i dispiaceri, gli amori e le pene, i successi e i fallimenti.

“Il cacao – come diceva Anthelme Brillat-Savarin – è il miglior amico possibile“. E in virtù di questo lo si è mescolato alle nocciole e al latte condensato, lo si è potenziato e massimizzato, migliorato e diffuso su scala mondiale, studiato dettagliatamente e meticolosamente al fine di scoprirne le qualità essenziali.

Degli effetti del cacao sull’organismo si è detto tanto. Per molto tempo si è creduto erroneamente fosse un blando sonnifero, un ottimo digestivo e un potente afrodisiaco, ma al di là delle leggende vi sono alcune qualità del cacao realmente miracolose: migliora l’umore al punto da annoverarsi tra i cosiddetti antidepressivi “naturali”; è un antiossidante diciannove volte più potente di qualsiasi mela; protegge dalle malattie cardiovascolari e da specifici tipi di infiammazione; combatte i radicali liberi.

E da oggi, secondo uno studio dell’Università dell’Aquila, il cacao fa bene al cervello. Giovambattista Desideri della suddetta Università insieme ad un team di ricerca ha infatti ricondotto le proprietà antiossidanti del cioccolato ai processi cognitivi, riuscendo a dimostrare che ne inibisce il declino evitando che si trasformi, nel 6% dei casi, in Alzheimer.

L’esperimento è stato effettuato su 90 anziani che mostravano un  lieve declino cognitivo, ai quali è stato somministrato per del tempo, quotidianamente,  una bevanda a base di flavonoli del cacao.

Dopo numerose rivelazioni delle funzionalità cerebrali ricavate da test effettuati sugli anziani, è emerso che chi aveva assunto maggiori quantità di flavonoli dimostrava migliore memoria a breve e a lungo termine,  maggiore velocità di pensiero e migliore capacità cognitiva complessiva rispetto a tutti gli altri.

I maggiori consumatori di cacao appartenenti al campione, inoltre, mostravano una notevole riduzione della pressione sanguigna, dello stress ossidativo e dell’insulino resistenza rispetto alla data d’inizio dell’esperimento.

Lo studio è stato pubblicato su ‘Hypertension’, rivista dell’American Heart Association, e andrà sicuramente ad inserirsi nel grande e straordinario mosaico della storia del cacao, che, per riprendere un’antica trasmissione, si rivela sempre più…”meravigliao“.

Fonte immagine: www.cioccolata.tv

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy