• Google+
  • Commenta
20 settembre 2012

Far-si La Medicina

I Confini della medicina hanno spazi infiniti le cui frontiere sono prive di regole e i cui linguaggi sono continuamente scritti e riscritti entro il ciclo naturale delle cose.

La medicina ha tuttavia un lato assai aggressivo determinato forse dalla forza del capitalismo che si è resa da sola immanente a tutte le cose.

Ora che negli ultimi giorni quali il Daily Mirror espongono come un boomerang la vita – testimonial- di Allan Taylor, un ingegnere minerario in pensione cui era stato nuovamente diagnosticato un cancro al colon e che ha deciso di curarsi in modo più che omeopatico, semplicemente attraverso un radicale cambiamento dell’ alimentazione, esso ci ricorda un caso ugualmente inglese e ugualmente atipico.

Il Dottor Bates negli anni Trenta pubblicava per la prima volta un metodo per vedere bene senza occhiali. Questo è valso al Dottore una radiazione più psicologica che reale dall’ ambiente oftalmologico e una morte precoce, che il  dolore ha certamente reso acre.
Allan Taylor, dopo aver individuato quello che lo avrebbe fatto guarire e attraverso l’ ausilio dei mezzi informatici, si è rivolto ad una serie di rivenditori  di prodotti naturali decidendo di  sostituire definitivamente la carne rossa e i prodotti lattiero-caseari con porzioni di frutta e verdura  giornaliere.  Il suo menù anticancro a distanza di quattro mesi ha reso le anomalie del suo corpo inesistenti.

Si tratta in entrambe i casi di metodi di cura Naturisti di cui certamente non sono pieni gli spot televisivi e neanche le riviste di salute che tutt’ al più consigliano rimedi naturali dai costi triplicati. La soluzione che faccia dell’ artificio un vago ricordo e che ristabilisca un equilibrio naturale nei valori del nostro corpo e nella visione del nostro sé ha a ben vedere una duplice valenza. Una, pericolosa, determinata dal timore di sfuggire da qualsivoglia forma di controllo e dalla sicurezza che l’ introduzione di un alimento altro da noi ci da e l’ altra, data dall’ impossibilità provata di poter scardinare un business che dell’ artifizio faccia la sua ragione d’ esistenza.

fonte foto

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy