• Google+
  • Commenta
27 settembre 2012

Unife “I Beni Culturali dopo il sisma: situazione attuale e prospettive”

I Beni Culturali dopo il sisma: situazione attuale e prospettive. E’ questo il titolo della Giornata di Studi che si terrà venerdì 28 settembre all’Istituto di Studi Superiori IUSS-Ferrara 1391, (Via Scienze 41/b), promossa dall’Associazione Italiana di Archeometria – AIAr – e organizzata in  collaborazione da Università di Ferrara, INFN e Laboratorio TekneHub del Tecnopolo ferrarese, a cura di Ferruccio Petrucci, del Dipartimento di Fisica di Unife e di Alessandra Bonazza, ricercatrice all’Istituto ISAC del CNR di Bologna.

 

Chiediamo direttamente al Prof. Petrucci di illustrarci l’iniziativa…

A quattro mesi dal sisma vogliamo aver chiara la situazione delle opere d’arte – dipinti, sculture, chiese, palazzi storici – nelle zone colpite. E’ il momento di farlo: molti lavori sono stati impostati, molti altri attendono decisioni e strategie. Occorre confrontare i diversi aspetti e affrontare i numerosi problemi legati alla conservazione del patrimonio culturale. Uno fra tutti il difficile equilibrio tra la vivibilità dei centri storici e la conservazione dei campanili, delle torri, degli edifici.

 

Vi occuperete dunque dei “beni mobili” Professore, perché questa scelta?

Dipinti e sculture, reperti archeologici e collezioni d’arte rischiano di restare “senza casa” per chissà quanto tempo.  Tutta la zona colpita – Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Piacenza, Mantova, Rovigo – vive di turismo culturale: dobbiamo sperare che l’esilio sia di breve durata.

 

Ci sono novità sulla evoluzione del sisma?

Proprio all’inizio abbiamo previsto l’intervento di Gilberto Saccorotti, esperto dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, che ha seguito e segue il terremoto in Emilia Romagna. Sarà proprio lui a darci le basi per partire, spiegandoci la natura sismica del nostro territorio, magari rivelandoci quanto a lungo dobbiamo aspettarci le scosse di assestamento.

Tra gli altri ospiti Massimo Maisto, Assessore alla Cultura del Comune, Luisa Ciammitti, Direttore della Pinacoteca Nazionale di Ferrara, Maria Luisa Pacelli, Direttore delle Gallerie di Arte Moderna e Contemporanea, Comune di Ferrara Palazzo Massari e le sue collezioni, Angelo Andreotti, Direttore dei Musei di Arte Antica del Comune di Ferrara, Paola Zanardi, responsabile del Sistema Bibliotecario d’Ateneo, Stefano Casciu, Sovrintendente ai Beni Artistici di Modena e Reggio e Carla Di Francesco, Direttrice regionale per i Beni Culturali. Infine sarà presentata una testimonianza “trasversale” di una impresa privata attiva nella conservazione dei beni mobili.

 

Una giornata dal sapore di ricerca a tutto tondo, che proseguirà anche la sera con l‘open night al Museo Civico di Storia Naturale, aperto al pubblico ad ingresso gratuito dalle 21 alle 24, per visite guidate e laboratori sulle scienze naturali.

 

Fonte Foto: Ufficio Stampa Unife

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy