• Google+
  • Commenta
27 ottobre 2012

Al via il progetto Wine Business; all’Università di Salerno

Parlare di vino è un po’ come tornare alle radici della storia dell’uomo, quando il confine che separa la vita terrena da tutto ciò che è trascendentale è molto labile, e il vino rappresenta l’elemento principale per liberarsi dai vincoli terreni in modo estemporaneo.

E sono tanti i riferimenti che può vantare questa nobile bevanda nella storia della letteratura: pensate alla Bibbia che racconta come sia stato Dio stesso a donare il vino all’uomo.

Ma la presenza rassicurante del vino la si ritrova anche nei versi del poeta greco Alceo, per il quale il vino è addirittura capace di annullare ogni dolore, mentre per Platone, il vino allieta specialmente la vecchiaia delle persone.

Concepito prima come un disinfettante per le ferite, le prime tracce che documentano un utilizzo del vino in quanto tale risalgono al IV millennio a.C. nella Mesopotamia.

Il vino col tempo comincia ad acquisire prestigio, a tal punto che le famiglie che potevano permettersi di possederlo e quindi di berlo, avevano anche una certa rilevanza sociale.

Tutto questo incipit serve per parlarvi del Corso di aggiornamento e perfezionamento professionale, denominato Wine Business al via dal prossimo 8 novembre presso l’Università degli Studi di Salerno.

Un corso giunto alla terza edizione che si propone di formare profili professionali che possano acquisire importanti competenze nell’economia, nell’amministrazione e nella gestione delle iniziative imprenditoriali nell’ambito vitivinicolo, così da sviluppare programmi ispirati alla cultura d’impresa e orientati alla creazione di valore economico.

Economia & Amministrazione Management Strategico e Marketing Operativo sono le tematiche intorno alle quali ruoterà questo progetto, che andrà avanti fino alla fine di febbraio 2013 e che è aperto ai ragazzi che siano in possesso di una Laurea triennale o magistrale; oltre ai 3 moduli fondamentali, durante il corso verranno trattati anche argomenti relativi al complessivo inquadramento economico, amministrativo e legislativo dell’impresa vitivinicola, così da fornire ai partecipanti una visione più ampia possibile sulla gestione del comparto vitivinicolo.

Insomma, un progetto che ha al centro questa bevanda divenuta sempre più popolare, ma che è riuscita comunque a conservare quella sua caratteristica elitaria, che contribuisce a renderla sinonimo di buon gusto.

E d’altronde  sappiamo bene anche l’importanza del vino nell’economia dell’Italia, che tra i Paesi che lo producono, è in una posizione di leadership sui mercati vitivinicoli internazionali, avendo superato da diversi anni anche le bollicine francesi.

Ed è stato annunciato proprio qualche giorno fa da Mario Catania, Ministro per le Politiche Agricole, che l’Italia ha erogato 340 milioni di euro destinati al programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo, un cifra sicuramente importante che rappresenta l’intero budget messo a disposizione dall’Unione Europea.

La redazione di Controcampus è al lavoro per poter parlare direttamente col Direttore del Corso, il Prof. Giuseppe Festa, (e già ci sono stati i primi contatti) in modo che ai lettori possa essere offerta un’informazione ancora più dettagliata sull’organizzazione delle lezioni del corso, sulla scelta del personale docente e sugli scopi che si propone di raggiungere questo interessante progetto.

Fonte Foto

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy