• Google+
  • Commenta
18 ottobre 2012

Patto di collaborazione avviato tra Softech e Confindustria Modena e di Reggio Emilia nel settore ICT

Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale SOFTECH – ICT dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, sezione telecomunicazioni-informatica dell’Associazione Confindustria della provincia di Modena ed il Club Digitale di Industriali Reggio Emilia danno vita ad un Protocollo di intesa per implementare i risultati della ricerca industriale nel settore ICT. Ne trarranno beneficio soprattutto le piccole e medie imprese operanti in questo campo.

Anche le piccole e medie imprese modenesi e reggiane operanti dell’Information and Communication Technology (ICT) potranno sfruttare e beneficiare ai fini del loro sviluppo dei risultati della ricerca accademica in questo vitale settore

L’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia da tempo è impegnata nella ricerca in ICT, spesso assieme a partner industriali del territorio. Attraverso questo protocollo si vuole siglare un’intesa di collaborazione strutturata, che possa poi declinarsi in progetti di ricerca specifici nei diversi argomenti di competenza del Centro ( informatica, elettronica, telecomunicazioni, automatica, economia, innovazione di processo e sviluppo di reti di impresa) e che sancisca anche la collaborazione tra le aziende ICT dell’associazione nelle due provincie.

Questo importante traguardo sarà possibile grazie ad un Protocollo di intesa siglato mercoledì 17 ottobre presso la Sala Riunioni del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” a Modena tra il Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale SOFTECH – ICT dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, diretto dalla prof. ssa Rita Cucchiara del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari”, la sezione telecomunicazioni-informatica dell’Associazione Confindustria della provincia di Modena, rappresentata dal dott. Massimo Bruni, ed il Club Digitale di Industriali Reggio Emilia, presieduto dall’ing. Luca Torri.

“Nonostante gli sforzi già compiuti dalle associazioni imprenditoriali e dal mondo della ricerca – spiega la prof. ssa Rita Cucchiara dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – sono ancora troppo poco diffusi, e spesso estemporanei, i casi di fattiva collaborazione su progetti di ricerca industriale e le imprese di piccole/medie dimensioni faticano ad avvantaggiarsi dei risultati della ricerca nel campo dell’ICT. Attraverso questo protocollo ci proponiamo di aumentare la competitività ed il tasso di innovazione nelle aziende di settore delle due provincie, colmando il gap che ne frena le potenzialità di crescita”.

L’intesa segna un passo avanti rispetto a forme di collaborazione già collaudate dai firmatari nell’ambito della partecipazione a bandi nazionali, rendendo strutturata e strategica la sinergia tra ricerca universitaria, soprattutto nelle sue anime di Ingegneria Informatica e di Economia aziendale, e piccole e medie imprese ICT, così da poter candidare il sistema ICT modenese e reggiano anche per la domanda di ammissione a bandi di finanziamento internazionali ed accelerare il percorso di trasferimento tecnologico della ricerca industriale della Piattaforma ICT della Rete ad Aalta Tecnologia della Regione Emilia Romagna, cui Softech partecipa nel Tecnopolo di Modena.

Nell’immediato il protocollo favorirà l’attivazione di progetti di ricerca industriale svolti dal Centro Softech-ICT a vantaggio delle aziende che lo richiederanno, per la cui attuazione saranno sottoscritti specifici contratti.

 

Fonte Foto: Ufficio Stampa Unimore

Google+
© Riproduzione Riservata