• Google+
  • Commenta
18 ottobre 2012

Unicam: Premio Nobel per la Fisica a Serge Haroche

La notizia del conferimento, lo scorso 9 ottobre, del Premio Nobel per la Fisica 2012 a Serge Haroche dell’Ecole Normale Superieure di Parigi e a David Wineland del National Institute of Standard and Technology di Boulder (Colorado, USA) è stata accolta con grande soddisfazione anche dalla Sezione di Fisica della Scuola di Scienze e Tecnologie di UNICAM ed in particolare dal gruppo di Ottica ed Informazione Quantistica fondato da Paolo Tombesi e composto da David Vitali, Stefano Mancini, Irene Marzoli, Gianni di Giuseppe.

Il gruppo di ricerca Unicam svolge, infatti, ricerche nello stesso campo dei due neo premiati e collabora da molti anni proprio con il gruppo dell’Ecole Normale Superieure guidato da Serge Haroche, tanto che il neo premio Nobel visitò UNICAM in occasione della conferenza “Recent challenges in novel quantum systems” che si svolse a Camerino nel 2005.

Il gruppo di Ottica ed Informazione quantistica ha partecipato insieme al gruppo di S. Haroche a vari progetti europei, dedicati a studi di fattibilità e dimostrazioni preliminari per la realizzazione di computer quantistici, che sono una delle possibili applicazioni delle scoperte dei due premi Nobel. E’ ancora difficile prevedere quando questi computer verranno realizzati, ma quando ciò avverrà essi realizzeranno molte funzioni svolte dai computer attuali, che ancora non sfruttano pienamente le potenzialità offerte dalla fisica quantistica, in modo infinitamente più veloce.

Il gruppo di Ottica ed Informazione quantistica di Camerino sta poi svolgendo esperimenti con lo scopo di replicare le tecniche di manipolazione e misura a livello quantistico dimostrate da Wineland e Haroche su atomi e fotoni, su oggetti più macroscopici e visibili ad occhio nudo, come ad esempio membrane vibranti larghe circa 1 mm, ma di spessore nanometrico (circa un miliardesimo di metro). UNICAM inoltre partecipa all’azione di cooperazione “Trappole di Ioni per le applicazione del futuro”, nella quale sono coinvolti  16 nazioni europee e tre laboratori extraeuropei, tra cui proprio il National Institute of Standard and Technology di Boulder dell’altro neo premio Nobel Wineland. UNICAM è l’unica istituzione italiana a farvi parte e la Dott.ssa Irene Marzoli è la vice-Chair dell’azione.

Serge Haroche David Wineland  hanno ricevuto il Premio Nobel per aver dimostrato sperimentalmente come manipolare, misurare e controllare in modo accurato sistemi quantistici individuali come singoli atomi, ioni e fotoni.

Fonte foto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy