• Google+
  • Commenta
14 ottobre 2012

Università di Parma: Laurea Honoris Causa a Gualtiero Marchesi

Si è tenuta il 10 ottobre scorso la cerimonia di consegna della Laurea magistrale Honoris Causa in Scienze gastronomiche da parte dell’Università degli Studi di Parma al Cav. Gualtiero Marchesi PRESSO L’Aula Magna del Palazzo Centrale dell’Ateneo. In onore dell’evento il cuoco ha presentato la Lectio Doctoralis intitolata “La mia via”.

La consegna è avvenuta nell’incantevole aula magna dell’ateneo emiliano, riempita, per l’occasione, da amici, familiari, alte autorità cittadine e anche e soprattutto dai rappresentanti di ALMA (Scuola Internazionale di Cucina Italiana).

«Il conferimento di una Laurea Honoris Causa a personalità che si sono particolarmente distinte in ambito professionale o scientifico afferma il Rettore Gino Ferrettiè per un Ateneo un evento eccezionale e di grande valore, anche perché il laureato ad honorem entra a tutti gli effetti a far parte della comunità accademica. In particolare gli straordinari traguardi professionali raggiunti da Gualtiero Marchesi nonché la sua elevata capacità imprenditoriale in ambito gastronomico vengono oggi riconosciuti dal nostro Ateneo, che da anni ha attivato percorsi di studio di grande successo nell’ambito delle scienze alimentari e gastronomiche. E’ superfluo infatti sottolineare come il territorio parmense sia caratterizzato da un tessuto imprenditoriale di piccole e grandi imprese, che hanno fatto dell’agro-alimentare e dell’alimentazione il proprio terreno di eccellenza. Quindi – conclude il Rettore Ferretti – nessun contesto poteva essere più adatto del nostro per riconoscere lo straordinario percorso professionale di Gualtiero Marchesi».

Erasmo Neviani, Preside della ex Facoltà di Agraria, ha letto i motivi per cui, già nel 2010, fu conferita al primo cuoco nel mondo ad aver rifiutato i giudizi delle guide la Laurea Honoris Causa e Furio Brighetti, Ordinario di Nutrizione umana, ha tenuto la Laudatio finale del candidato.

Molto emozionato il laureato commenta: «Da giovane correvo in bicicletta e vincevo spesso oggi, invece, arrivo anche senza correre. Battute a parte, sento tutta la soddisfazione e la responsabilità di una laurea honoris causa, dedicata alla persona, ma soprattutto al tempo ben speso nel corso di un’intera vita. Grazie, quindi. Grazie di cuore. Questa laurea è, per me, un modo di verificare la forza di certe idee. In particolar modo, del Codice Marchesi, grazie al quale ho fissato le mie ricette come si scrive la musica, attraverso un canone. Un codice è il contrario di un limite, perché mette chiunque lo desideri nelle condizioni migliori per eseguire quella ricetta, aggiungendo la propria storia, la propria cultura, la propria personalità. Il massimo che un cuoco possa immaginare e desiderare».

 fonte foto

font delle dichiarazioni

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy