• Google+
  • Commenta
28 novembre 2012

Patatine fritte: croce o delizia?

Chi ha detto che le patatine fritte fanno male? Per tutti gli amanti di questo piatto gustoso, finalmente è stato smentito quel tabù che ci ha sempre creato sensi di colpa ogni volta che eravamo tentati nel mangiare le gustose patatine o le pizzette fritte.

Patatine Fritte

Patatine Fritte

Le patatine fritte non fanno male“, sono le parole pronunciate dopo uno studio prodotto dall‘Università di Napoli Federico II.

E sembra sia d’accordo anche la Scuola di Cucina Professionale Dolce & Salato di Maddaloni, a Caserta.

Il risultato è dato da un esperimento sulla gastronomia molecolare, prima in laboratorio e poi ai fornelli che ha attestato come le patatine fritte, nella versione surgelata siano sostanzialmente cancerogene ma, allo stesso tempo, gli studiosi hanno dato un punto a favore per le patate fritte fatte in casa.

Per saperne di più in merito alla ricerca abbiamo intervistato il professor Vincenzo Fogliano, docente di Chimica degli alimenti presso l’Università Federico II di Napoli.

“Professor Fogliano, cosa sa dirci di questa ricerca?”

“E’ senz’altro una scoperta che ci permette di ammirare ancora una volta la gastronomia molecolare, conoscendo le materie prime e le reazioni chimiche prima nei laboratori e poi nel nostro corpo”.

“Come possiamo essere certi che abbiamo cucinato un buon piatto di patatine fritte?”

Con un buon olio e un’ottima cottura, le patatine fritte non recano danni anzi, a differenza delle verdure fritte che trattengono il 30% dell’olio, queste ne trattengono solo il 5%”.

“Da cosa scaturisce questa differenza?”

 “Il jolly di questa vicenda è l’amido che “sigilla” il pezzo da friggere. L’amido delle patate con granuli grossi è ricco di amilopectina ed è particolarmente efficace”.

“Ha qualche consiglio per i consumatori di questo cibo?”

Certo. Bisogna prestare attenzione ai prodotti surgelati e pre-fritti che non sono assolutamente salutari, difatti la quantità di olio trattenuta aumenta smisuratamente. Inoltre per cucinare delle patatine nutrizionalmente buone, occorre non riutilizzare l’olio e cuocerle a una temperatura non troppo elevata”.

Una notizia elettrizzante per i numerosi golosi di questo comfort food, che da oggi sicuramente mangeranno con più gusto. Seguendo questo semplice consigli0: addio sensi di colpa!

Gli esperimenti continueranno presso la Federico II, per far sì che si conoscano sempre nuovi modi per rendere un piatto buono, ma allo stesso tempo genuino.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy