• Carfagna
  • Grassotti
  • Paleari
  • Cocchi
  • Meoli
  • Chelini
  • Alemanno
  • de Durante
  • Miraglia
  • Dalia
  • Rossetto
  • Valorzi
  • Andreotti
  • Liguori
  • Bruzzone
  • Algeri
  • Casciello
  • Crepet
  • Bonanni
  • Bonetti
  • Gnudi
  • Coniglio
  • Napolitani
  • Califano
  • Buzzatti
  • Ferrante
  • Mazzone
  • Quarta
  • Falco
  • Santaniello
  • Ward
  • Baietti
  • Rinaldi
  • Gelisio
  • Tassone
  • Boschetti
  • Quaglia
  • Scorza
  • Romano
  • Barnaba
  • De Luca
  • Antonucci
  • Pasquino
  • Cacciatore
  • De Leo
  • Catizone
  • Romano
  • Leone
  • di Geso

Doppia laurea è legge: iscrizione contemporaneamente a due facoltà

Flavia de Durante 9 Maggio 2022
F. d. D.
20/05/2022

Approvata la doppia laurea in Italia: ecco come funziona e come si fa a prendere due lauree contemporaneamente, cosa stabilisce la legge e cosa significa doppio titolo.



Arriva la possibilità di iscriversi a due corsi universitari contemporaneamente con l’abolizione doppia laurea 2022. E’ arrivata l’approvazione definitiva del disegno di legge “Disposizioni in materia di iscrizione contemporanea a due corsi di istruzione superiore“, il Parlamento rende la proposta una realtà.

L’approvazione di questo provvedimento rappresenta un grande risultato che consente al nostro Paese di fare un passo in avanti nella formazione universitaria.”- Ha detto la Ministra dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa. – “Vorrei ringraziare i parlamentari per la loro determinazione nel portare fino in fondo questo lavoro. Garantiamo così ai giovani di poter avere anche questa opzione, che una legge del 1933 rendeva impossibile.

E’ quindi arrivata la Legge in Gazzetta Ufficiale della doppia laurea: da quando è possibile iscriversi a due corsi di laurea contemporaneamente? Dal prossimo anno accademico, quindi,  sarà possibile l’iscrizione contemporanea a due corsi di laurea, di laurea magistrale o di master. La scelta potrà essere fatta dagli studenti anche presso più università, scuole o istituti superiori a ordinamento speciale. Aperta l’opzione anche per i corsi di laurea e a un master, dottorati di ricerca o una specializzazione.

Le iscrizioni contemporanee saranno consentite sia presso istituzioni italiane che estere; nonché negli atenei telematici.

Ma come funziona precisamente la doppia laurea in Italia, cosa prevede la legge. Ne parliamo con la Professoressa Caterina Miraglia, dell’Università degli Studi di Salerno.

Doppia laurea universitaria: cosa prevede la legge per prendere due lauree contemporaneamente

Ciascuno studente può iscriversi contemporaneamente a due diversi corsi di laurea, di laurea magistrale o di master. Anche presso più università, scuole o istituti superiori ad ordinamento speciale.” Così recita l’articolo 1 della nuova legge sulla doppia laurea 2022 al comma 1. Scarica l’intero documento qui.

Finalmente, dopo circa 90 anni dalla legge che lo vietava, ci si potrà immatricolare contemporaneamente a due atenei differenti. La proposta vale sia per due facoltà italiane che per quelle straniere: in questo modo, si otterrà una doppia laurea congiunta.

Ad essere abrogata sarà una norma che risale, infatti, al 1933 (l’art. 142 del Decreto Regio n. 1592/1933). Come abbiamo visto, è stato ufficialmente approvato il DDL, ma come funziona la doppia laurea in Italia, come si può prendere e quali i requisiti per ottenere il doppio titolo? Partiamo dalla doppia iscrizione. Ci si potrà iscrivere contemporaneamente a:

  • due diversi corsi di laurea, laurea magistrale o master. Anche presso più università, scuole o istituti superiori a ordinamento speciale;
  • un corso di laurea o laurea magistrale e ad un corso di master, dottorato di ricerca o specializzazione. Ad eccezione dei corsi di specializzazione medica;
  • un corso di dottorato di ricerca o master e ad un corso di specializzazione medica.

Quando non sarà possibile ottenere il doppio titolo? Non sarà possibile iscriversi contemporaneamente a due corsi di laurea o di laurea magistrale appartenenti alla stessa classe. Così come non si potrà prendere parte allo stesso corso di master.

Maria Cristina Messa ha assicurato un’attenta osservazione dell’evoluzione della nuova legge. La Ministra vuole monitorare i ragazzi che sceglieranno di iscriversi ad un doppio corso e le opportunità raggiunte. La nuova legge prevede, infatti, che entro quattro mesi dalla conclusione del terzo anno accademico successivo a quello in corso alla data di entrata in vigore, il Ministro presenti alle Camere “una relazione sullo stato di attuazione della legge; e una valutazione dell’impatto della medesima.”

Inoltre, le regole per la doppia iscrizione all’università valgono anche con la riforma per i diplomi AFAM (Alta Formazione Musicale e Coreutica). Ci riferiamo a conservatori o accademie di belle arti.

Opportunità iscrizione contemporanea a due corsi di laurea

Una volta compreso come funziona la doppia laurea e cosa prevede la legge, passiamo a cosa significa avere un doppio titolo dal punto di vista di un docente. Cosa può effettivamente cambiare con questa nuova legge? Cosa rappresenta quest’opportunità per gli studenti?

“Non si può ancora parlare di punti a favore di questa proposta. Sarà solo l’esperienza a dimostrare quanto questa nuova legge possa essere effettivamente un’opportunità. Di esempi ne abbiamo nel resto del mondo. Già in America la doppia iscrizione all’Università è una realtà, un sistema assolutamente consentito. Quindi potrebbe essere una buona opportunità anche qui in Italia.”- Principia la professoressa Miraglia.-

“Il problema centrale, tuttavia, a mio avviso, è quello di comprendere bene come organizzare questo nuovo sistema. Innanzitutto, dal mio punto di vista bisognerebbe fare una doppia iscrizione a due facoltà facenti parte lo stesso campo; e con materie di studio affini. In caso contrario, si potrebbe creare una grande difficoltà per lo studente.”- Spiega.-

“Non vedo motivi ostativi per questa proposta, certo. Tuttavia non credo nemmeno che sia un grande miglioramento per le nostre Università. O una mancanza che andava necessariamente colmata!”

“Un altro punto critico è quello delle tempistiche. La permanenza troppo a lungo nell’Università non va assolutamente bene. E già ad oggi, con un’unica iscrizione, molti studenti fanno fatica a laurearsi nei tempi prestabiliti. Quanto potrebbe peggiorare questo aspetto impegnando i ragazzi in due corsi? Non vorrei che si prolungasse ulteriormente questo periodo.”

Doppia laurea, università italiana vicina all’internazionalizzazione

“Un grande risultato che consente al nostro Paese di fare un passo in avanti nella formazione universitaria. In linea con il contesto internazionale.” – ha detto Maria Cristina Messa, al momento dell’approvazione della legge.-

“Questa legge” – ha aggiunto il ministro – “si inserisce in un pacchetto di riforme per l’università che stiamo portando avanti. Quella delle classi di laurea che punta sull’interdisciplinarietà; quella sulle lauree abilitanti per le professioni; per rendere il nostro sistema meno rigido e più rivolto alle esigenze e alle necessità formative delle studentesse e degli studenti”.

“L’aspetto dell’internazionalizzazione è certamente da considerare positivamente. La cosa importante è però fare in modo che le tasse e i costi di studio siano accessibili a tutti. E sottolineo questo punto perché al momento le spese per mandare i ragazzi a studiare fuori sono davvero notevoli.”- Fa sapere la Miraglia.-

“In linea di massima, quindi, tutto il nuovo provvedimento è estremamente positivo. Può, in sostanza, realmente rappresentare un valore aggiunto per i nostri ragazzi. Ma c’è da organizzare ogni aspetto nel migliore dei modi. E soprattutto è importante mantenere come priorità assoluta la qualità e il valore dello studio. Che dev’essere sempre riconosciuto.”- Conclude la Miraglia.

Burocrazie e tasse, cosa cambia con la doppia laurea

Puntualizzato cos’è e come funziona la doppia laurea in Italia, passiamo all’aspetto burocratico, tasse e borse di studio: come sarà regolamentato? Il DDL già approvato in Senato è molto chiaro in merito.

Nel caso di doppia iscrizione a diversi corsi di laurea in Italia, lo studente potrà beneficiare di borse di studio solo per uno dei corsi. Tuttavia, allo stesso tempo, potrà avere un esonero, totale o parziale, delle tasse universitarie per entrambe le iscrizioni.

Lo studente che si iscrive contemporaneamente a due corsi di studio beneficia, alle condizioni previste dalla normativa vigente, degli strumenti e dei servizi a sostegno del diritto allo studio per una sola iscrizione. (eletta dallo studente medesimo.) Fermo restando l’esonero, totale o parziale, dal versamento del contributo onnicomprensivo annuale; questo si applica a entrambe le iscrizioni, in presenza dei requisiti previsti.”- Così recita l’art.3 della legge.

L’iscrizione potrà essere effettuata presso atenei italiani o esteri. Sono compresi nella norma anche i corsi di diploma accademico, di primo o di secondo livello, presso le istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica.

Non sarà possibile invece, iscriversi contemporaneamente a due corsi di laurea appartenenti alla stessa classe e ai corsi di specializzazione medica.

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Flavia de Durante Laureata in Lettere Moderne con il massimo dei voti all'Università degli studi di Salerno. Da sempre amante della lettura, mi diletto a scrivere sin dalla prima adolescenza. Mi interessa esplorare il mondo circostante in tutte le sue sfumature ed in particolare l'animo umano e i rapporti interpersonali. I temi che maggiormente mi interessano sono quelli legati alla cultura, alla storia, al costume, all'ambiente, all'attualità. Vedo nel settore del giornalismo non solo la possibilità di trasmettere dati ed informazioni, ma anche una grande opportunità di acquisire nuove e varie conoscenze. La curiosità e la voglia di sapere sono i motori principali che mi hanno spinto a intraprendere questo percorso. Leggi tutto