• Google+
  • Commenta
25 novembre 2012

Premio “Brevetta il tuo futuro”:vincitori 4 studenti di Ingegneria Meccanica

Un marchingegno studiato e realizzato per superare una prova d’esame da quattro studenti di Ingegneria Meccanica dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia pare destinato a rivoluzionare la pesca notturna, facilitando la cattura dei “poveri” pesci che non avranno più scampo.

Gianfranco Bitto, Pierluigi Quarato, Alex Primavera e Vincenzo Palma hanno sviluppato, infatti, un dispositivo per la rilevazione dell’abboccata nella pesca notturna, realizzando un prodotto a basso impatto ambientale, se confrontato con quanto di simile presente sul mercato, che presto diventerà un brevetto industriale.

Il loro studio, che si chiama “FISHER-LED”, è nato da una sollecitazione raccolta dagli studenti dell’ultimo anno della laurea magistrale di Ingegneria Meccanica, frequentanti il corso di “Produzione assistita dal calcolatore”, per il superamento del quale, oltre alla prova orale finale, è prevista la presentazione di un’idea originale, proposta dagli stessi studenti, suddivisi per l’occasione a gruppi di quattro.

Gli studenti – afferma il prof. Andrea Gatto docente dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – sono chiamati a realizzare un manufatto funzionante ad alto contenuto innovativo rispettando alcuni vincoli progettuali, come ad esempio la realizzazione di una parte realizzata mediante la tecnologia di costruzione additiva, e l’impiego di un componente scelto tra quelli disponibili su un sito Internet avendo a disposizione un budget massimo di 80$ a gruppo. È proprio in questo contesto che i quattro studenti, mossi dalla passione comune per la pesca, hanno trovato un’idea da trasformare in progetto per l’esame ”.

Il progetto ha ottenuto il primo premio al concorso “Brevetta il tuo futuro, promosso dalla Compagnia delle Opere in occasione della terza edizione di Expandere With Matching, tenutasi in aprile presso Urbisaglia (MC), consistente in un servizio di consulenza offerto dalla società INNOVA&PARTNERS che ha avviato la procedura che porterà FISHER-LED a detenere un brevetto italiano.

La richiesta del professor Andrea Gatto e del suo staff di realizzare un progetto innovativo, ai fini del superamento dell’esame di Produzione Assistita, – affermano Gianfranco Bitto, Pierluigi Quarato, Vincenzo Palma ed Alex Primavera ha stimolato tutta la nostra fantasia creativa e progettuale, concretizzatasi poi nella realizzazione di un prototipo funzionante. Il premio ricevuto dal Contest <Innova Partner> e la realizzazione del brevetto <Fisher-Led>, oltre a riempirci di soddisfazione per tutto il lavoro svolto, corona il principio, tante volte dimenticato, per il quale dare spazio a nuove idee e a nuove menti è il fondamento del progresso.

Il progetto considerato all’inizio ambizioso, che ci ha richiesto di dedicare diverse settimane di lavoro in laboratorio, alla fine ci ha gratificati con la realizzazione del brevetto. L’aver avuto la possibilità di affrontare un’esperienza del genere ci ha consentito di sviluppare conoscenze extra, sia per quanto riguarda l’approccio con altre materie, ad esempio l’elettronica, sia per quanto riguarda i rapporti con i fornitori e con le agenzie di consulenza per i brevetti industriali. Riteniamo, pertanto, che l’insegnamento di <Produzione Assistita dal Calcolatore> tenuto dal prof. Andrea Gatto non sia stato solo un esame da superare, ma anche un’ utile esperienza di lavoro di gruppo e di apprendimento pratico della materia stessa. Poter scambiare idee ed opinioni, corroborare teoria con pratica ha reso tale disciplina stimolante e utile alla nostra formazione, anche professionale, sotto ogni punto di vista”.

Google+
© Riproduzione Riservata