• Google+
  • Commenta
22 novembre 2012

Unipg: Inaugurato Palazzo Stocchi

Evento che comprende: l’Università degli studi di Perugia

Inaugurato, dopo il restauro, Palazzo Stocchi

Ospita la Sezione Antropologica del Dipartimento Uomo e Territorio

Palazzo Stocchi, storico edificio in Piazza Morlacchi, di proprietà dell’Ateneo di Perugia, è stato inaugurato nel pomeriggio dopo i lavori di restauro e l’allestimento; lintervento è stato realizzato con il sostegno della Fondazione perugina. Gli antichi locali, di grande suggestione, saranno in uso della Sezione Antropologica del Dipartimento Uomo e Territorio. Va a potenziare il polo umanistico che caratterizza la zona di Piazza Morlacchi.

Palazzo Stocchi fu costruito tra la fine del XIII e gli inizi del XIV secolo come casa torre. L’edificio nel tempo ha subito molte trasformazioni, visibili attraverso segni sia sul prospetto su piazza Morlacchi che su quello su via della Pernice. Altrettanto numerosi furono i passaggi di proprietà, fino alla cessione al Demanio e all’attuale disponibilità da parte dello Studium Generale. Notevoli sono gli affreschi ora restaurati, che rappresentano quanto rimasto della complessa decorazione attribuita all’orvietano Cola Petruccioli, parte della quale fu staccata nell’Ottocento e venduta al Museo di Belle Arti di Budapest.

<<Non è stato un percorso facile quello che ci ha portato al recupero di Palazzo Stocchi – ha detto il Rettore Francesco Bistoni -. E’un altro tassello che l’Ateneo di Perugia, strutturato in poli diversi nella città e nel territorio, mette a disposizione di Perugia e dell’Umbria. Nella consapevolezza che il capoluogo umbro, forte di 4 istituzioni che rilasciano titoli accademici, debba essere sempre di più ‘città universitaria. Nonostante la crisi dobbiamo essere ottimisti in quanto, con interventi come questi, si mettono le basi per un futuro migliore>> – ha concluso il professor Bistoni, che ha ringraziato la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia per l’ennesimo atto di attenzione nei confronti dell’Ateneo.

Alla cerimonia,  moderata dalla professoressa Cristina Papa, coordinatrice scientifica de Sezione Antropologica, sono intervenuti, fra gli altri, la dottoressa Paola Passalacqua (Soprintendenza Bappsae di Perugia) e Ornella Bellini (assessore della Provincia di Perugia); presente anche il professor Antonio Pieretti che, come ha ricordato il Rettore Bistoni, è stato proposto, dalla Facoltà di Lettere e Filosofia quale “Emerito”.

<<L’Università è, per la Fondazione, la maggiore industria presente nel territorio per la sua capacità di formare i giovani e creare la nuova classe dirigente – ha sottolineato Carlo Colaiacovo, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia -. Il restauro di Palazzo Stocchi rappresenta l’ennesimo capitolo della collaborazione con l’Ateneo perugino; uno sforzo notevole, soprattutto in questo periodo difficile, in cui non si vede ancora la luce in fondo al tunnel della crisi. Ma proprio per questo dobbiamo essere uniti e ad adoperarci per la formazione delle giovani generazioni, così come è accaduto in passato; tanti sono coloro che si sono maturati a Perugia e che hanno contribuito poi alla crescita del nostro Paese>>.

<<Questo Palazzo, ricco di storia, ci riporta a tempi difficili del passato, paragonabili, per certo aspetti, a quelli che viviamo oggi – ha aggiunto il professor Giorgio Bonamente, Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia -. Ma l’Università di Perugia, forte dei suoi 700 anni, si preoccupa, ma non si terrorizza, consapevole che si uscirà dalla crisi. In questa fase come mai, peraltro, è fondamentale il ruolo della Fondazione per le attività dell’Ateneo, dalla ricerca di base agli assegni di ricerca; per l’Ateneo di Perugia rappresenta un compagno di viaggio irrinunciabile nei sui impegni sui fronti della didattica e della ricerca; peccato solo che, raramente, in Umbria ci si ricordi quello che l’Università fa per l’intero territorio>>.

 

Google+
© Riproduzione Riservata