• Google+
  • Commenta
19 dicembre 2012

Berlinguer ad UniCam per un incontro sulla Cittadinanza Scientifica

Università degli Studi di Camerino – L’on. Luigi Berlinguer ha parlato ad Unicam di cittadinanza scientifica

 L’Università di Camerino ha ospitato stamattina, in una Sala degli Stemmi gremita, l’on. Luigi Berlinguer per un incontro sul tema “Cittadinanza scientifica: valore aggiunto nella formazione”.

Il diritto alla formazione scientifica rappresenta una condizione indispensabile per la creazione di un cittadino consapevole. Il dibattito è stato focalizzato sulla necessità di garantire una didattica di qualità, che passi anche attraverso la formazione dei docenti alla didattica nel contesto dello Spazio Europeo dell’Istruzione Superiore, tematica che è tra gli obiettivi e le linee guida che Unicam si prefigge di perseguire.

Si dovrebbe partecipare alla democrazia non solo il giorno delle elezioni – ha dichiarato, nel corso dell’incontro, l’On. Luigi Berlinguerma vivendola e contribuendo costantemente, con la propria opinione e la propria azione, ad arricchirla. La democrazia deve, infatti, essere partecipativa e non solo rappresentativa e per fare questo è necessario che il cittadino pensi con la propria testa. Per farlo bisogna avere un metodo per interpretare il mondo e conoscerlo, quindi il metodo scientifico è il metodo più geniale che sia stato inventato. Con la scienza si è scoperto un modo di interpretare la natura e di costruire la democrazia: fra le leggi della natura e la costruzione della democrazia c’è un nesso strettissimo, indissolubile”

E’ per Unicam motivo di orgoglio – ha dichiarato il Rettore Corradiniaver ospitato l’on. Berlinguer per questo incontro su una tematica così importante. In linea con gli obiettivi di Horizon2020 è fondamentale che l’Italia intensifichi e metta in atto azioni di sostegno della didattica delle Scienze, al fine di migliorare l’educazione scientifica e trasformare la scuola e l’Università in un luogo privilegiato di educazione alla cittadinanza scientifica. Su questo campo credo di poter dire che UNICAM ha svolto e sta svolgendo il proprio ruolo. Proseguiremo nel nostro percorso con tenacia e determinazione:  crediamo sia importante, per i nostri studenti, per il nostro futuro, comprendere appieno l’importanza della cittadinanza scientifica, fondamentale per i nostri giovani e per il nostro Paese”.

L’iniziativa, che ha voluto essere anche un evento di lancio per un programma di formazione diretto al personale docente dell’Ateneo, è scaturita dalla consapevolezza che molti docenti universitari non hanno una formazione specifica all’insegnamento ed alla valutazione degli apprendimenti, e intende confidare sulla sensazione che i giovani docenti siano sensibili a tali temi ed aperti a questo genere di iniziative.

Al termine dell’incontro è stato consegnato il “SAS Award 2012″ ai dottorandi vincitori: Aurel Tabacaru del corso di dottorato in Chemical Sciences, Laura Bonfili del corso di dottorato in Life Science: Aging and Nutrition, Giordano De Guglielmo del Corso di dottorato in Pharmaceutical Sciences. Il SAS Award è un’iniziativa inclusa nell’Action Plan of the Human Resources Strategy for Researchers, con lo scopo di supportare l’implementazione della Carta Europea dei Ricercatori e del Codice di Condotta per il loro reclutamento (C&C).

 

Google+
© Riproduzione Riservata