• Google+
  • Commenta
29 dicembre 2012

Scoperto Pianeta simile alla Terra, HD 10700e Tau Ceti

Otto grandi misteri dell'astronomia
Scoperto Pianeta

Scoperto Pianeta

Scoperto Pianeta simile alla Terra intorno a Tau Ceti. 

Di recente, un team di astronomi dell’Università dell’Hertfordshire ha effettuato una scoperta davvero molto interessante, è stato scoperto Pianeta simile alla Terra. Grazie all’ausilio tecnologico di tre spettrografi, infatti, gli scienziati britannici, studiando la stella Tau Ceti, hanno scoperto l’esistenza di cinque pianeti orbitanti, uno dei quali situato nella zona abitabile. Il Pianeta HD 10700e, ubicato a soli 12 anni luce dalla Terra, infatti, potrebbe contenere acqua allo stato liquido sulla superficie e, quindi, potrebbe essere idoneo ad ospitare la vita.Per i ricercatori, questa scoperta ha il merito di avvalorare la teoria secondo la quale “quasi ogni stella ha dei pianeti e che le galassie devono averne molti potenzialmente abitabili e delle dimensioni della Terra”. Ad ogni modo, i 5 pianeti sono caratterizzati da una massa relativamente minima.

Mikko Tuomi, coordinatore del team e ricercatore dell’Università dell’Hertfordshire, sostiene che il possibile mondo abitabile, il Pianeta HD 10700e, impieghi 168 giorni per compiere un’orbita intorno alla sua stella, Tau Ceti. I ricercatori britannici hanno analizzato circa 6.500 osservazioni di Tau Ceti, effettuate grazie all’ausilio dei tre spettrografi, l’High Accuracy Radial Velocity Planet Searcher (Harps), l’University College London Echelle Spectograph (Ucles) e l’High Resolution Echelle Spectrometer (Hires), riscontrando delle oscillazioni gravitazionali causate, di norma, dai Pianeti orbitanti.

Ad ogni modo, l’esistenza dei cinque pianeti potrà essere confermata ufficialmente soltanto da ulteriori osservazioni ed esperimenti. Nel frattempo, però, HD 10700e, insieme ad Alpha Centauri Bb situato a soli 4,3 anni luce da noi, raffigura per l’umanità una speranza di vita, una Nuova e catartica Terra da raggiungere e colonizzare in un futuro non troppo lontano. Al fin di comprendere al meglio l’importanza di questa scoperta abbiamo deciso di contattare l’astronomo Gianluca Masi, curatore scientifico del Planetario di Roma e responsabile del progetto Virtual Telescope.

Scoperto nuovo pianeta simile alla terra: il punto dell’astronomo Gianluca Masi

Dott. Masi, è stato scoperto pianeta simile alla Terra, qual è la Sua opinione scientifica in merito? Crede sia davvero possibile individuare con certezza matematica l’abitabilità dei pianeti extrasolari?  

“Le tecnologie contemporanee fanno passi da gigante: in circa 20 anni siamo passati dal primo pianeta extrasolare conosciuto alla scoperta di quasi 900 sistemi planetari oltre al nostro. Sappiamo individuare sempre meglio pianeti di taglia modesta, paragonabili alla Terra e certamente raggiungeremo presto la capacità osservativa necessaria per discriminare con certezza l’abitabilità o meno, in senso terrestre, di un certo pianeta. Molta fantascienza di ieri è già scienza di oggi. Il domani sarà elettrizzante”.

Situata nella costellazione di Cetus (Balena), Tau Ceti è una stella luminosa di tipo G, come il Sole, e si trova a soli 12 anni luce dalla Terra. E’ una delle stelle meno distanti dal Sistema Solare e, infatti, è visibile ad occhio nudo.  Diversi scrittori come Frank Herbert, Robert Heinlein ed Isaac Asimov hanno utilizzato la stella Tau Ceti come vessillo nevralgico delle proprie opere letterarie. Nel bellissimo romanzo “I robot dell’Alba”, ad esempio, Asimov immaginò che intorno alla stella Tau Ceti vi fosse un Pianeta di nome Aurora abitato da circa 200 milioni di uomini e da ben dieci miliardi di robot. Soltanto il tempo potrà confermare la profezia di Asimov. Ai posteri l’ardua sentenza.

Google+
© Riproduzione Riservata