• Google+
  • Commenta
19 dicembre 2012

Bilancio di previsione 2013 approvato all’UNIBO

BOLOGNA – APPROVATO IL BILANCIO DI PREVISIONE 2013
Il Rettore Ivano Dionigi: “Un bilancio sano e solido sul quale grava un taglio di 24 milioni di euro”

Il Consiglio di Amministrazione dell’Università di Bologna ha approvato oggi all’unanimità il bilancio di previsione 2013 (il Senato accademico ha espresso ieri parere positivo) per un totale di 631,4 milioni.

Per quanto riguarda le macro-aggregazioni di spesa si segnalano: 17,6 milioni per la didattica, 39,4 milioni per la ricerca, 24,4 milioni per i servizi agli studenti, 12,7 milioni per le relazioni internazionali, 392,8 milioni per il personale docente e tecnico-amministrativo, 4,5 milioni per altre strutture e 140 milioni per la gestione dell’organizzazione.

Sul versante dei servizi agli studenti, in particolare, verrà finanziata con 200.000 euro la creazione di un punto ristoro dove poter consumare i pasti; con un ulteriore investimento di 200.000 euro la sostituzione di 240 postazioni informatiche presso Palazzo Paleotti in tecnologia “cloud”; sempre con un finanziamento di 200.000 verrà ultimata la copertura wi-fi di Ateneo, che diventerà così totale.

“Un bilancio sano e solido, nonostante il taglio del 6,2% del Fondo di Finanziamento Ordinario pari a 24 milioni, ma grazie all’efficienza amministrativa, alla quota premiale e alle contribuzioni studentesche potremo evitare tagli a ricerca, didattica, studenti, internazionalizzazione e garantire il massimo delle assunzioni consentite. Se la Legge di stabilità, che verrà approvata nei prossimi giorni, ripristinerà in parte il taglio dei 24 milioni riusciremo a fare nuovi investimenti e a puntare sulla crescita”, commenta il Rettore Ivano Dionigi.

Tra tali investimenti si prevedono: la realizzazione di interventi di edilizia a favore degli studenti (riqualificazione e potenziamento di aule), l’avvio del progetto “mensa” e un piano energetico-ambientale (ristrutturazione edilizia, installazione sistemi per risparmio energetico…) per un valore che si colloca tra gli 1,3 milioni e i 3,5 milioni.

Google+
© Riproduzione Riservata