• Napolitani
  • Dalia
  • Coniglio
  • Leone
  • Baietti
  • Quaglia
  • Mazzone
  • De Luca
  • Pasquino
  • Cocchi
  • Paleari
  • Gnudi
  • Ward
  • Catizone
  • Alemanno
  • Casciello
  • Falco
  • Liguori
  • Carfagna
  • Romano
  • Barnaba
  • Chelini
  • Miraglia
  • Gelisio
  • Algeri
  • Meoli
  • Andreotti
  • di Geso
  • Quarta
  • Buzzatti
  • Boschetti
  • Rinaldi
  • Rossetto
  • Santaniello
  • Cacciatore
  • Valorzi
  • Tassone
  • Crepet
  • Bonetti
  • Scorza
  • De Leo
  • Romano
  • Bruzzone
  • Bonanni
  • Califano
  • Grassotti

Atto vandalico al Campus Luigi Einaudi, Università di Torino

Antonietta Amato 15 Gennaio 2013
A. A.
12/06/2021

Questa notte intorno alle ore 3.

00 ignoti compievano un atto vandalico al campus Luigi Einaudi

All’Università di Torino  si sono introdotti all’interno dell’area del campus chiudendo la valvola di intercettazione del gas metano situata sul marciapiede di Lungo Dora Siena 68, che alimenta l’impianto di riscaldamento del campus.

La valvola è stata ricoperta con del cemento a presa rapida che ha reso tutta la tubazione inservibile. Ciò ha causato il fermo dell’impianto di riscaldamento e di ricambio aria di tutto il Campus.

L’ora esatta è stata accertata tramite sistema telematico che rileva in automatico anomalie di funzionamento delle caldaie.

L’impresa terza responsabile dell’impianto, in collaborazione con l’azienda fornitrice del gas (AES), è intervenuta questa mattina presto e con l’ausilio di martelli, scalpelli e mazza sta completando la pulizia della valvola per consentire il ripristino dell’impianto e del servizio al più presto possibile.

L’Ateneo ha presentato denuncia verso ignoti alla Questura di Torino – Commissariato P.S. “Centro”, per interruzione di pubblico servizio, per l’Atto vandalico.

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Antonietta Amato Studentessa alla facoltà di Economia, è entrata nel mondo del giornalismo giovanissima. Ha partecipato in qualità di direttrice ad un progetto che prevedeva la diffusione locale di un giornale prodotto completamente da ragazzi, i cui proventi sono stati devoluti interamente all’Unicef . Animata anche dalla passione per la scrittura, si è diplomata con una buona media al liceo classico, si è iscritta alla facoltà di economia e gestisce un’attività commerciale, ma continua a coltivare il sogno di poter lavorare un giorno in un’azienda che faccia dell’informazione apartitica la sua capacità distintiva. Il suo compito a Controcampus prevede la risoluzione di tutte le questioni relative alla organizzazione amministrativa, gestione utenze presso la testata: sarà ben disponibile a dare ai nostri collaboratori tutte le relative informazioni. Leggi tutto