• Google+
  • Commenta
7 gennaio 2013

Dimagrire dopo le feste. Consigli e raccomandazioni per una dieta “ok”

Dimagrire dopo le feste. Arrivederci abbuffate natalizie , ora tutti a dieta: ecco come funziona.

“Guardami, sono una balena!”, “Non entrerò mai più in quei pantaloni!”, “Lo sapevo, è successo di nuovo!”.

Contegno! Qualsiasi sia la tua reazione, questo non cambierà il verdetto di sua eccellenza la Bilancia: sei ingrassato.

E tu lo sai.

Lo sai cosa devi fare. Lo sai eccome, è solo che non hai il coraggio di ammetterlo a te stesso (per intenderci, lo stesso coraggio che hai avuto la vigilia di Natale, quando per un pezzo di mastacciuolo stavi per litigare col cane). Ok allora, facciamolo insieme. 1, 2, 3…dieta!

Nulla si crea, ma tutto si trasforma! Dove credevi si sarebbero “reincarnati” panettoni, roccocò, torroni sopraffini, fritture di pesce, lenticchie, zamponi, fichi canditi, noci, nocciole, frutta secca vini, spumanti, e tutto il mangiabile umano se non in quegli irriverenti rotolini che stringi tra due dita, indolenti ed oziosi?

Ma non è il caso di buttarsi giù! Una dieta “intelligente”, spesso, può fare miracoli! Impegno e costanza faranno il resto.

Ecco come dimagrire dopo le feste: la dieta del dopo natale e capodanno

Per dimagrire dopo le feste anzitutto è indispensabile togliersi dalla testa i digiuni, i regimi esasperatamente “spartani” e, soprattutto, le famigerate “diete fai da te” (non esistono diete “comode”, figuriamoci quelle improvvisate!).

Diffidate dunque dei regimi “punitivi” (non servono esperti. 99 volte su 100 il fallimento è dietro l’angolo. Non solo non si va da nessuna parte, ma, non bastasse, ci si deprime di brutto).

Molto meglio, allora, un regime progressivo, protratto nel tempo, disintossicante, fatto di piccoli gesti quotidiani e semplici accortezze.

Colazione – Liquidi e sali minerali sono una manna  per l’immediato post abbuffate. Un bicchiere d’acqua a inizio giornata è quello che ci vuole per drenare e depurare stomaco ed intestino, aiutandoli ad abbassare i livelli di acidità e a ritrovare, in poco tempo, la piena e perfetta regolarità.

Fondamentale la colazione. Raccomandatissimi (al mattino come a sera) tè e tisane, oltre alla tradizionale frutta di stagione. Bandito lo zucchero. Se non potete farne a meno, la parola d’ordine è sempre quella: moderazione! Intramontabile lo yogurt magro.

Pasti, la dieta della zuppa per dimagrire dopo le feste – Capitolo pasti. Riso in bianco, pasta a condimento limitato, pochi carboidrati: il must. Ma c’è dell’altro. Quello appena cominciato si annuncia, dicono, come l’anno delle zuppe!

Antiossidante, ricca di fibre, proteica, leggerissima, ideale per tutta la famiglia, la zuppa si conferma l’alleata numero 1 di tutti i “dietaioli” nostrani che sognano di sgonfiarsi senza troppi patemi e, soprattutto, in un tot di giorni umanamente sostenibile: miglio, orzo, farro, legumi e cereali latu sensu (preferibilmente integrali) garantiscono risultati sbalorditivi! Soddisfano l’appetito e riattivano il corretto transito intestinale.

Ripetiamo, trattasi di dieta “sostenibile” e “a tempo determinato”. Ricordiamo infatti cosa dicono gli esperti: guai a tirare troppo la corda! Si rischia di “sballare” i giusti apporti nutrizionali!

È bene, in ogni caso, non esagerare con il condimento. Anzi, meglio evitare. Tradotto, zero soffritti ed olio preferibilmente crudo e in modiche quantità. Qualcuno raccomanda addirittura di cucinare al vapore o, in alternativa, di bollire tutto. Personalmente non oso chiedervi tanto.

Attività fisica, anche poca ma costante per dimagrire dopo le feste! Basta qualche rinuncia, un po’ di brodaglia e il dado è tratto! Invece no!

Zuppe, acque solfatate, yogurt non sono che l’inizio. Le diete, si sa, cominciano a tavola ma continuano lontano dal piatto (che è poi la parte notoriamente più difficile!). Muoversi, muoversi!

Tuta o no, l’imperativo è unico e categorico per tutti: camminare! Non servono corse tra i ghiacci in stile Rocky Balboa o maratone alla Forrest Gump. Una passeggiata al giorno leva il rotolo di torno! Meglio se all’aria aperta, a ritmo normale, e per una mezz’oretta circa (in media 20 minuti sono più che sufficienti).

Per dimagrire dopo le feste va bene anche salire le scale o usare tapis roulant e affini, ma in realtà niente vale più di due passi, en plein air, immersi nel verde magari, con in sottofondo nient’altro che una canzoncina fischiettata mani in tasca e colla testa all’insù,anche perché così esercitate tutto il corpo e non solo gli arti inferiori!

Google+
© Riproduzione Riservata