• Google+
  • Commenta
30 gennaio 2013

H-Farm: Accordo per Contamination Lab

Primi in Italia ad applicare l’agenda digitale promossa dal ministro Corrado Passera, Ca’ Foscari e H-FARM avviano una importante collaborazione per la realizzazione di un Contamination Lab.

A metà tra un laboratorio universitario e un incubatore d’impresa, il Contamination Lab di Ca’ Foscari e H-Farm aiuterà giovani, studenti e non solo nello sviluppo di nuove idee progettuali al fine di favorire la nascita di nuove imprese già durante il percorso di studi universitari.

Grazie a questo nuovo progetto, i ragazzi avranno la possibilità di prendere in mano il proprio destino fin da subito, continuare il proprio percorso di studi e contestualmente lavorare a una propria iniziativa imprenditoriale sfruttando al massimo le sinergie e le opportunità che si creeranno all’interno degli spazi dedicati.

Contamination Lab nasce per educare gli studenti alla cultura del rischio imprenditoriale, abituandoli alla contaminazione tra discipline diverse e imprenditorialità. Gli attori sono impresa, università e studenti e il fine è quello di mettere i giovani laureandi e neolaureati di fronte a stimoli che possano far nascere possibili percorsi imprenditoriali. A differenza degli incubatori e degli acceleratori d’impresa, il Contamination Lab è un luogo dove le idee e le opportunità si incontrano con la creatività e progetti imprenditoriali.

COS’E’

Il Contamination Lab, sarà un luogo fisico e una piattaforma digitale in grado di promuovere la formazione e l’incontro fra i partecipanti; uno spazio aperto caratterizzato da un clima informale in cui gli studenti possono interagire e cercare collaboratori per i propri progetti, spazi chiusi, dotati di lavagne e di postazioni informatiche adattabili a seconda delle esigenze, dove poter lavorare una volta trovati i collaboratori.

Le risorse disponibili saranno principalmente digitali, utili per la generazione dell’idea, il networking, l’accesso a banche dati, i contatti con professionisti già operativi nel settore di interesse.

Si tratta di spazi ad alto tasso di interazione multidisciplinare, dove gli studenti universitari possano cooperare e immaginare idee di business, che siano frequentati da testimoni del mondo imprenditoriale con grande esperienza e voglia di condividerla senza filtri.

COME FUNZIONA

Contamination Lab è uno spazio fisico che viene creato nel cuore del centro storico di Venezia, all’interno del campus universitario di Ca’ Foscari di San Giobbe. Sarà aperto sette giorni su sette. Vi avranno accesso libero tutti gli studenti, indipendentemente dal corso di studi frequentato e quindi non solo quelli dell’area economica.

L’attività sarà organizzata in cicli mensili: la prima settimana dedicata alla presentazione di grandi idee imprenditoriali che hanno già avuto successo e a lezioni specifiche sul tema del fare impresa. La seconda settimana è dedicata al confronto con imprese del territorio. La terza ospiterà workshop su vari temi legati all’innovazione mentre nella quarta gli studenti che hanno sviluppato un’idea la potranno illustrare e dovranno coinvolgere potenziali investitoti a finanziarla. Nel tempo di un viaggio in ascensore, con il così detto “elevator pitch”.

Nel corso di questo periodo gli studenti che vorranno dare concretezza a una loro idea imprenditoriale si costituiranno in gruppi, si iscriveranno nella apposite strutture a supporto del Contamination lab per tenere la loro presentazione. Costituiranno il loro gruppo di lavoro, verranno accompagnati da un team operativo del Contamination lab e poi in cinque minuti dovranno presentare la loro idea ad un pubblico di potenziali investitori e di altri proponenti.

LA COLLABORAZIONE

Per arricchire l’offerta a disposizione degli studenti che troveranno “casa” nel Contamination Lab ci sarà anche la collaborazione di Venetwork, network di imprenditori veneti che con il racconto delle loro esperienze e la forte presenza nel mercato, aiuteranno ad indirizzare le idee dei giovani studenti affinché possano diventare subito impresa o entrare in un’azienda.

LE DICHIARAZIONI
Per il Rettore di Ca’ Foscari Carlo Carraro «è un’altra delle nuove iniziative che Ca’ Foscari realizza per avvicinare i propri studenti al mondo del lavoro, non solo per aiutarli a “trovare” lavoro, ma per insegnare loro a “creare” lavoro, attraverso innovazione e capacità imprenditoriale. E’ un’opportunità concreta che chi si iscrive a Ca’ Foscari potrà sfruttare, un vero e proprio strumento a disposizione gli studenti per imparare a tradurre in pratica un’idea o un’intuizione imprenditoriale».

L’iniziativa secondo Riccardo Donadon, fondatore di H-FARM «Sono davvero entusiasta di iniziare questo nuovo progetto con il Rettore Carlo Carraro e la Sua Università. La partnership con Ca’ Foscari consentirà di avvicinare sempre di più il mondo imprenditoriale a quello accademico, creando una nuova cultura d’impresa tra i giovani e dando loro nuove chance affinché possano entrare da protagonisti nel mondo del lavoro. Credo nell’incontro delle nostre due esperienze ci possa essere una grande opportunità di sviluppo e di innovazione per il territorio».

«L’obiettivo è formare figure interdisciplinari – spiega Carlo Bagnoli, docente del Dipartimento di Management di Ca’ Foscari – capaci d’interpretare i segnali di cambiamento emergenti nei comportamenti individuali e sociali, nella cultura e nella tecnologia, e quindi di esplorare strategie innovative che portino alla nascita di imprese nuove capaci di eccellere in un contesto globale».

Google+
© Riproduzione Riservata