• Google+
  • Commenta
18 gennaio 2013

Master Giornalismo Giorgio Bocca

Università di Torino – Il Master Giornalismo dell’Università di Torino viene intitolato a Giorgio Bocca, a poco più di un anno dalla sua scomparsa. La cerimonia si tiene oggi, mercoledì 16 gennaio dalle ore 10, nell’Aula Magna del Rettorato (via Verdi, 8 – via Po, 17 – Torino).

Portano i saluti il prorettore Sergio Roda, il sindaco Piero Fassino, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte Alberto Sinigaglia, il direttore del Master Gian Paolo Caprettini e Angelo Del Boca per l’Istituto storico della Resistenza.

Ezio Mauro, direttore di Repubblica, tiene una lezione dal titolo “Un’idea testarda di libertà”. A nome della famiglia interviene Guido Besana (giornalista e membro della giunta nazionale Fnsi). I loro discorsi sono introdotti da Giancarlo Ghirra, segretario nazionale dell’Ordine dei Giornalisti.

Bocca, cuneese, visse a Torino, all’indomani della Resistenza, la sua formazione di giovane giornalista, distinguendosi da subito prima nella redazione di ‘Giustizia e Libertà’, il quotidiano azionista vicino alle formazioni partigiane nelle quali aveva combattuto, poi alla “Gazzetta del Popolo”. Per questo, fin dal gennaio di un anno fa, il Comitato scientifico del Master approvò all’unanimità la proposta di alcuni studenti di dare il suo nome alla scuola, che è da poco entrata nel suo quinto biennio e accoglie venti studenti-praticanti ogni due anni.

Alla cerimonia del Master Giornalismo partecipano infine gli studenti di quattro ultime classi del liceo “D’Azeglio”, impegnati insieme alla Comunità Ebraica di Torino nella diretta del 27 gennaio che Radio 3 dedicherà al Giorno della Memoria.

Il Master Giornalismo dell’Università di Torino è riconosciuto dall’Ordine dei Giornalisti, sostituisce il praticantato, ed è sostenuto dall’Università di Torino, dall’Ordine dei Giornalisti del Piemonte, dalla Fondazione CRT e dalla Compagnia di San Paolo, nonché dal Fondo Sociale Europeo (Bando Regionale Master) al quale è attualmente candidato.

 

Google+
© Riproduzione Riservata