• Google+
  • Commenta
15 febbraio 2013

Winter School 2013 – Winter School UniUd sul monitoraggio della fauna alpina

UniUd. Winter School 2013 sul monitoraggio della fauna alpina

Formare esperti in monitoraggio della fauna alpina (grandi carnivori, ungulati, uccelli) e in cattura e manipolazione della fauna selvatica. È l’obiettivo della terza edizione della Scuola invernale- Winter School “Tecniche di monitoraggio della fauna alpina omeoterma” organizzata dall’Università di Udine in collaborazione con l’Associazione “Il villaggio degli orsi” di Stupizza, il Comune di Lusevera e il Parco naturale delle Prealpi Giulie.

Il corso Winter School inizierà il 25 febbraio e terminerà il 1 marzo, per un totale di 47 ore di attività teorico-pratiche.

Per partecipare a Winter School sono richiesti il diploma di scuola secondaria superiore, un idoneo curriculum ed esperienza professionale nel settore. La domanda di ammissione a Winter School deve pervenire entro le 12 di lunedì 18 febbraio, via email all’indirizzo stefano.filacorda@uniud.it.

Maggiori informazioni su programma del corso Winter School, quota di iscrizione e modulo della domanda sono disponibili alla pagina web 

«La Scuola – spiega il direttore Stefano Filacorda – nasce con l’intento di fornire conoscenze teorico-pratiche sulla redazione di piani di monitoraggio e sulle caratteristiche biologiche ed ecologiche della fauna alpina per poter poi apprendere e applicare concretamente le principali tecniche di monitoraggio diretto e indiretto, e di cattura e manipolazione della fauna selvatica».

L’oggetto di studio della Scuola è la fauna alpina omeoterma. In particolare, per i mammiferi, si farà riferimento a carnivori quali orso, lince, lupo, sciacallo, lontra, gatto selvatico e ad ungulati come caprioli, camosci e stambecchi. Per gli uccelli l’attenzione sarà concentrata su rapaci notturni come allocchi, civette e gufi; per i tetraonidi su gallo cedrone (urogallo), gallo forcello e pernice bianca.

Il programma didattico va dalla sicurezza in montagna ai principi di gestione di un’area protetta, dal riconoscimento delle tracce alle tecniche di raccolta di campioni biologici, all’uso dei cani per i monitoraggi. L’attività didattica prevede anche il monitoraggio di rapaci notturni e tetraonidi, la tecnica del foto e video trappolaggio, la tecnica del wolf howling nonché strumenti e metodi di cattura degli animali, la predisposizione di radiocollari e l’uso della telemetria classica e satellitare.

Le attività si svolgeranno nel territorio del Parco naturale delle Prealpi Giulie e del Comune di Lusevera e zone limitrofe.

Le lezioni si terranno nell’auditorium del centro visite di Pian dei ciclamini (Lusevera) e nel centro visite “Il villaggio degli orsi” di Stupizza. Le lezioni pratico-applicative saranno costituite da escursioni nelle zone circostanti i monti Mia, Vogu, Matajur, Plauris e Cuar e Malga Amula. Sono previste escursioni nei parchi regionali e della Slovenia.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy