• Google+
  • Commenta
20 marzo 2013

Acqua pura e nanotecnologie – All’Università di Catania studio su acqua pura e nanotecnologie

Elezione Rettore Università Catania
Università di Catania

Università di Catania

Le innovative nanotecnologie possono aiutarci a risolvere il problema della purificazione dell’acqua. E’ il principio che sta alla base del progetto di ricerca del Cnr denominato “Water” (Winning Applications of Nanotechnology for resolutive hydropurification) che promuove l’applicazione di alcune classi di nanostrutture al problema mondiale della purificazione dell’acqua, specie in quei territori dove essa è carente.

Risultati e obiettivi del progetto studio su acqua pura e nanotecnologie saranno illustrati venerdì 22 marzo alle 16, nell’aula magna del dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Catania, dalla dottoressa Lucia Romano, ricercatrice del progetto “Water”, in occasione della Giornata mondiale dell’acqua.

L’incontro sullo studio su acqua pura e nanotecnologie – aperto al pubblico e soprattutto ai giovani – fa parte del ciclo di conferenze dal titolo “La fisica e il cittadino”, organizzate dal Piano Lauree Scientifiche (Fisica) e dall’Associazione insegnanti di fisica, incentrate su tematiche di punta della ricerca scientifica che viene svolta dai fisici catanesi.

Il progetto studio su acqua pura e nanotecnologie Water, coordinato da Vittorio Privitera dell’Istituto di Microelettronica e Microsistemi del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Catania, è stato approvato dalla Commissione Europea nell’ambito del VII programma quadro e finanziato con 4 milioni di euro.

L’Unità Cnr, che opera al dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Catania, svolge un’ampia attività di ricerca nel campo delle nanotecnologie. Il gruppo di ricerca catanese è stato giudicato eccellente in questo settore e Water si è classificato al nono posto con un punteggio di 14.5/15 su 204 progetti che avevano passato la soglia di 10/15, unico con capofila italiano tra i primi 21 finanziati.

L’azione prevede, oltre all’attività di ricerca, all’acquisto di nuove attrezzature e all’assunzione di giovani ricercatori, molteplici iniziative relative all’accrescimento delle professionalità locali, al rafforzamento dell’impatto economico e sociale del Cnr sul territorio e ad una profonda integrazione europea del gruppo proponente.

Il progetto studio su acqua pura e nanotecnologie mira ad una forte integrazione tra strutture di ricerca, enti locali e tessuto economico produttivo. Il Comune di Aci Castello e l’Area Marina Protetta Isole Ciclopi, oltre ad alcune imprese locali (NewEcotecnica Sud) e nazionali (Atlas Filtri) e il Centro per il trasferimento tecnologico dell’Università di Catania (Capitt), ricoprono infatti ruoli di primo piano tra i partecipanti al progetto.

Lo studio su acqua pura e nanotecnologie Water si avvale inoltre del supporto di prestigiosi partner accademici europei come l’Università norvegese di Oslo e britannica di Sheffield, il Centre National de la Recherche Scientifique francese, il Consejo Superior de Investigaciones Scientificas spagnolo e il Versuchs und Lehranstalt für Brauerei tedesco.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy