• Google+
  • Commenta
11 marzo 2013

Disciplinare la memoria: strumenti e pratiche nella cultura scritta all’Unibo

Università di BOLOGNA – Disciplinare la memoria: strumenti e pratiche nella cultura scritta (secc. Xvi-xviii)
Sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana – Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale Via Nazario Sauro 22, Bologna

L’iniziativa Disciplinare la memoria – promossa dal Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell’Alma Mater Studiorum (Università di Bologna), dal Dipartimento di Scienze del Testo e del Patrimonio Culturale dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo e dall’Associazione Italiana Biblioteche. Sezione Emilia Romagna – è sostenuta da ANAI (Associazione Nazionale Archivistica Italiana) e Genus Bononiae (Musei per la città) e patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali Regione Emilia Romagna, dalla Provincia di Bologna, dal Comune di Bologna e dall’IBC (Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia Romagna).

Il convegno Disciplinare la memoria affronta a tutto campo i problemi che la crescita esponenziale dei documenti manoscritti e a stampa ha reso evidenti nel corso dell’età moderna. Il fenomeno, avvertito in tutta Europa, sia pure in modi diversi, è dovuto a fattori quali l’avvento e il successo della stampa, lo sviluppo delle burocrazie e la crescita dell’alfabetizzazione: di qui la necessità di controllare, ordinare e indicizzare la crescente mole documentaria, concependo e perfezionando efficaci strumenti di ricerca al servizio del lettore e del fruitore. Che cosa significa dunque ordinare, inventariare, indicizzare? Quali strumenti per questa documentazione? Quale il loro uso e il ruolo da essi giocato nel lavoro degli antichi professionisti e letterati?

Dopo una lezione introduttiva di Umberto Eco, i lavori proseguiranno con gli interventi di alcuni tra i maggiori esperti in Italia e in Europa, chiamati a rispondere a simili domande e a confrontarsi su quanto indici cataloghi e bibliografie siano divenuti strumenti  abbiano favorito pratiche di disciplinamento delle memorie scritte.

Google+
© Riproduzione Riservata