• Google+
  • Commenta
12 marzo 2013

Premio Marisa Giorgetti – Università di Trieste: Premio Marisa Giorgetti

Università degli Studi di TRIESTE – Premio Marisa Giorgetti: incontro pubblico

Dipartimento di Studi Umanistici, il Servizio Biblioteche Civiche di Trieste e l’I.S.I.S. Carducci-Dante, nell’ambito delle iniziative legate alla prima edizione del Premio Internazionale Marisa Giorgetti, organizzano mercoledì 13 marzo alle ore 11.00 in aula B di Androna Baciocchi (laterale di v. Lazzaretto Vecchio) un incontro pubblico con lo scrittore israeliano Yishai Sarid, vincitore della prima edizione del Premio con il libro “Il poeta di Gaza”, e con lo studioso e attivista per i diritti umani Carlo Stasolla cui è andata la menzione speciale della Giuria del Premio Giorgetti per il libro inchiesta “Sulla pelle dei rom”.

L’incontro Premio Marisa Giorgetti  sarà condotto da Sergia Adamo dell’Università degli Studi di Trieste, da Riccardo Cepach del Servizio Biblioteche Civiche e da Davide Zotti, docente dell’ISIS.

Parte infatti il 12 marzo la prima edizione del Premio Marisa Giorgetti, che intende dare visibilità a persone che, in Europa o in altre parti del mondo, sono rimaste poco note, o persino sconosciute, per condizionamenti geografici, politici o sociali, o per scelta di riservatezza, pur avendo prodotto opere letterarie di pregio (nelle forme più varie, dal romanzo, al racconto, al reportage) nello specifico tema delle migrazioni e della cultura del dialogo, oppure abbiano operato per la promozione dei diritti umani fondamentali con particolare attenzione ai cambiamenti profondi che le migrazioni determinano nelle società.

Il Premio Marisa Giorgetti è suddiviso in due sezioni distinte ma strettamente interconnesse:

SEZIONE 1
Premio annuale assegnato ad un autore o autori vari per la scrittura di un romanzo, racconto, poesia, reportage, inchiesta o altra forma letteraria edita in Italia che, con pregio letterario e profondità di analisi, abbia affrontato tematiche legate alle migrazioni e alla convivenza/incontro tra lingue, culture e tradizioni differenti, ovvero che abbia promosso una cultura del dialogo e dell’accoglienza delle diversità.

SEZIONE 2
Premio annuale assegnato ad una persona singola o a un gruppo di persone, ovvero ad un’associazione o un ente che si sia distinta nella realizzazione di iniziative o programmi che, sul piano sociale, culturale o politico abbiano concretamente operato per la difesa dei diritti umani fondamentali di singoli, gruppi e comunità, con particolare attenzione ai diritti delle persone più deboli e delle vittime di violenza, migrazioni forzate, persecuzioni e grave sfruttamento ovvero abbiano contribuito a consolidare processi di pace e di convivenza, ovvero a modificare atteggiamenti culturali o politiche pubbliche discriminatorie e lesive della dignità umana.

Allo scopo di conseguire le sue finalità, il Premio non opera quale “concorso”: l’individuazione delle persone cui assegnare il Premio viene effettuata dai qualificati componenti delle due Giurie sulla base dell’esperienza che ogni giurato ha maturato nella sua vita quotidiana e lavorativa.

Per l’edizione 2013 il Premio Marisa Giorgetti verrà assegnato per la sezione letteraria allo scrittore israeliano Yishai Saridcon il libro “Il poeta di Gaza”, edizioni e/o 2012, che attraverso una spy story riesce a rappresentare la violenza e l’insostenibilità per entrambe le parti di una vita quotidiana dilaniata dal conflitto tra culture, ma allo stesso tempo, e senza sentimentalismi, arriva ad aprire uno spiraglio disincantato sull’intensità dei rapporti umani come spazio di resistenza e di immaginazione di un futuro diverso.

Menzione speciale della giuria a Carlo Stasolla per il libro inchiesta “Sulla pelle dei rom”, edizioni Alegre 2012, documentatissimo lavoro di ricerca che svela gli inquietanti retroscena del cosiddetto piano nomadi del Comune di Roma.

Per la sezione “diritti umani” il Premio Marisa Giorgetti verrà assegnato agli abitanti di Lampedusa e verrà ritirato dal Sindaco dell’isola Giusy Nicolini. Il Mediterraneo è un mare di migrazioni e Lampedusa è da sempre luogo di incontro di persone in fuga e di persone aggrappate a un pezzo di terra.
Con speranze, paure, affetti, resistenze. E i cittadini di Lampedusa, in un percorso tormentato (come sempre nella storia) e vincendo resistenze e diffidenze, hanno, alla fine, scelto la dimensione nobile: accogliendo e dando il primo aiuto, con gesti di riconoscimento, a donne, uomini e bambini alla ricerca di un futuro.

La serata di premiazione, ad ingresso libero, si terrà martedì 12 marzo 2013 a partire dalle 19:30. Non sarà convenzionale ma, attorno alla presenza dei tre premiati la compagnia teatrale “Consorzio Scenico” allestirà un accompagnamento teatrale ideato ad hoc. Il Premio, voluto ed organizzato dall’I.C.S. (Consorzio Italiano di Solidarietà) ha il patrocinio del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Trieste, della Provincia di Trieste, del Comune di Trieste, del Comune di Duino-Aurisina e del Comune di Sgonico.
Il Premio non consiste in un’erogazione di denaro, bensì nella donazione alle persone cui viene assegnato, di un’opera d’arte donata da noti artisti contemporanei individuati da Juliet Art Magazine.

Programma completo della serata di premiazione Premio Marisa Giorgetti

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy