• Google+
  • Commenta
13 marzo 2013

Rapporto AlmaLaurea – XV Rapporto AlmaLaurea sulla condizione occupazionale dei laureati Insubria

Università degli Studi INSUBRIA Varese-Como – Il XV Rapporto AlmaLaurea è stato presentato ieri all’Università Ca’ Foscari di Venezia

Laureati e lavoro, ottimi risultati per l’insubria

Il 67% dei laureati triennali Insubria secondo il Rapporto AlmaLaurea lavora contro una media nazionale del 44%. Anche per gli specialistici Insubria risultati migliori rispetto ai “colleghi” di altri Atenei: lavora il 63% contro una media del 59%

In un momento in cui in Italia la disoccupazione giovanile è alle stelle, risultano ancora più incoraggianti i dati relativi all’occupazione dei laureati Insubria derivanti dal XV Rapporto AlmaLaurea sulla condizione occupazionale dei laureati. Infatti il tasso di occupazione dei neolaureati triennali dell’Insubria a un anno dalla laurea è pari al 67%, un valore di molto superiore alla media nazionale del 44%. Per quanto riguarda i laureati specialistici a dodici mesi dalla conclusione degli studi, risulta occupato il 63%, un valore superiore alla media nazionale del 59%.

È da registrare l’ulteriore miglioramento delle performances di Uninsubria: infatti l’anno scorso il XIV Rapporto AlmaLaurea segnalava un tasso di occupazione dei laureati triennali al 64% e dei magistrali al 58%: pertanto il trend di crescita è in aumento.

L’altro dato da sottolineare è che i laureati Insubria sia triennali che specialistici che non hanno occupazione sono impegnati nella prosecuzione degli studi e non nella ricerca di lavoro: infatti solo il 4% dei laureati triennali Insubria cerca lavoro, contro il 12,6% a livello nazionale; il 29% invece continua a studiare (contro una media nazionale del 55%, di questo 29% il 17% è impegnato esclusivamente nella laurea specialistica, mentre, il 12% studia e lavora), e per gli specialistici il 21% continua a studiare contro una media italiana del 13%, mentre a cercare lavoro sono soltanto il 17% rispetto al 29% del totale dei laureati specialistici.

Il Rapporto riguarda nel complesso oltre 400mila laureati di tutte e 64 le università italiane aderenti al Consorzio AlmaLaurea, e per l’Insubria l’indagine coinvolge, con tassi di risposta intorno all’87%, 1.083 laureati triennali e 242 laureati specialistici biennali usciti dall’Ateneo dell’Insubria nel 2011 e intervistati dopo un anno, ovvero nel 2012. Il Rapporto è stato presentato ieri all’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy