• Google+
  • Commenta
16 aprile 2013

Celebrati i primi 25 anni della Facoltà di Ingegneria Unipg

Università degli Studi di PERUGIA – Celebrati i primi 25 anni della Facoltà di Ingegneria con il Presidente della Regione e imprenditori umbri

Docenti e ricercatori hanno partecipato numerosi alla festa per i primi 25 anni della Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia. La manifestazione si è svolta nell’atrio della Facoltà nella sede in località Santa Lucia, sorta qualche anno dopo l’attivazione della facoltà (1991-1992). Una scelta voluta del Preside Gianni Bidini che l’ha preferita alla pur bella ed accogliente Aula Magna, “perché l’atrio – ha dichiarato – è spazio aperto anche agli studenti”. A sottolineare l’interesse delle istituzioni è intervenuta la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, mentre il saluto dell’Ateneo l’ha portato il Pro Rettore professore Elda Gaino, a nome del Rettore Francesco Bistoni, impegnato all’estero.

La professoressa Gaino ha ricordato che l’istituzione della facoltà ha rappresentato anche una svolta nell’economia del territorio, venendo a creare un grande impulso all’innovazione verso le medie e piccole imprese, qualche volta micro-imprese che si sono avvalse dell’attività di ricerca e dello sviluppo tecnologico, messi a disposizione dai ricercatori di Ingegneria. “Nel tempo – ha ricordato il Pro Rettore -, si sono formati consolidati gruppi di ricerca che hanno apportato un differenziale di conoscenza misurabile in termini di innovazione e sviluppo tecnologico: dai settori dell’elettronica a quelli della meccanica ed energetica, fino ai più tradizionali dell’ingegneria civile”.

Un prezioso contributo alla ricostruzione delle iniziative, che portarono negli anni Ottanta l’Università di Perugia a creare la nuova Facoltà di Ingegneria, è venuto dal prof. Giancarlo Dozza ex Rettore, che ha guidato l’Ateneo dal 1976 al 1993, avendo tra i principali obiettivi l’istituzione di Ingegneria. Obiettivo centrato, ha ricordato Dozza, grazie anche al lavoro di altri protagonisti di allora: il prof. Calogero Vinti, fondatore e primo Preside di Ingegneria, il prof. Raffaele Balli, principale artefice della ‘galleria del vento’ e Franco Levi, che è stato alla  guida del biennio propedeutico di ingegneria istituito a Perugia nel 1968, e di cui la Facoltà ha rappresentato il completamento e giusto coronamento del lavoro e degli sforzi di tutti.

La Governatrice Catiuscia Marini ha confermato con la sua presenza gli stretti rapporti esistenti con la Facoltà di Ingegneria, evidenziando come questa collaborazione sia destinata a diventare sempre più sinergica per gli obiettivi della stessa Regione e gli indirizzi dei piani di sviluppo indicati dall’Unione Europea, che pone al centro della propria azione la necessità di innovazione.

Un tema che è stato raccolto e sviluppato nell’intervento del Preside Bidini il quale, dopo un rapido excursus sulla nascita e l’attività dei primi 25 anni della Facoltà, ha spiegato la scelta di questa manifestazione che si tiene alla vigilia della soppressione delle facoltà universitarie; nel caso di Ingegneria a Perugia, il compito della didattica sarà assunto da due dipartimenti.

Fra pochi mesi la Facoltà di Ingegneria passerà le sue attività didattiche ai nuovi Dipartimenti e già oggi è possibile mettere in risalto l’importante lavoro svolto dai docenti e ricercatori della Facoltà in questi 25 anni per prospettare uno scenario in cui la presenza di Ingegneria continuerà a essere attiva e dinamica.

L’eredità di questi cinque lustri di attività è evidente nelle strutture funzionanti nella sede in località Santa Lucia a Perugia e nel Polo scientifico di Terni, nel quale Ingegneria occupa un ruolo primario. Alla Facoltà sono iscritti circa 3.500 studenti, di cui molti destinati a diventare  futuri ingegneri e ad occupare posti di responsabilità in aziende umbre, ma anche in imprese italiane e multinazionali.

Erano presenti tra il pubblico: l’Assessore regionale all’Ambiente Silvano Rometti, l’ex Pro Rettore Antonio Pieretti, il Pro Rettore del Polo scientifico e didattico di Terni Pietro Burrascano. Hanno portato le loro testimonianze gli imprenditori Pietro Tacconi, l’ing. Ascani per la società Angelantoni, il Presidente dell’Ordine degli ingegneri della provincia di Perugia  Roberto Baliani, il ricercatore Marco Dionigi, tra i primi laureati in Ingegneria nella Facoltà perugina, e la giovane ricercatrice Elena Fortunati, che lavora nei laboratori del polo scientifico di Terni, e che l’8 marzo al Quirinale a Roma ha ricevuto l’onorificenza di Cavaliere per meriti scientifici dalle mani del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy