• Google+
  • Commenta
30 aprile 2013

Cercarose: il nuovo modo di vedere il roseto di San Giovanni a Trieste

Università degli Studi di TRIESTE – Il Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università degli Studi di Trieste, grazie al coinvolgimento in importanti progetti internazionali, è un centro all’avanguardia nel campo dell’informatizzazione dei dati sulla biodiversità. Esso gestisce importanti basi di dati sulla flora e fauna d’Italia, e con il progetto Dryades sta generando centinaia di guide interattive all’identificazione di piante, funghi ed animali consultabili su diversi media, compresi i telefonini di ultima generazione. Alcune delle applicazioni sono rivolte al grande pubblico: tra queste il ‘Cercapiante’, uno strumento che permette di accedere a più di 100.000 fotografie digitali di quasi 14.000 specie di piante scattate da Andrea Moro, responsabile degli archivi iconografici del Progetto Dryades.

La presenza a pochi passi dalla sede del Dipartimento del grande roseto di San Giovanni ha spinto il Dr. Andrea Moro a visitarlo periodicamente a partire dal 2010, scattando immagini di centinaia di cultivar. Alla fine del 2012 il numero delle rose fotografate era superiore a 2.000. Ciò ha suggerito di dare un contributo alla valorizzazione del roseto di S. Giovanni creando un’applicazione interamente dedicata alle rose. I dati raccolti da Silvia Moro per una tesi di laurea sono stati organizzati in una banca dati da Stefano Martellos, a partire dalla quale Rodolfo Riccamboni ha creato un’applicazione per iPhone, iPad ed iPodTouch, il ‘Cercarose’. Nell’aprile del 2013, grazie al coinvolgimento del Dipartimento nel progetto interreg Italia-Slovenia ‘SiiT’ (School-oriented Interactive Identification Tools), il ‘Cercarose’ è stato reso liberamente consultabile in rete.

Esso permette di effettuare ricerche su circa 2000 cultivar di Rose presenti a S. Giovanni, più una cinquantina di specie selvatiche, visualizzando più di 10.000 fotografie digitali ed alcuni dati fondamentali sulle rose quali il nome, l’ibridatore, la data di creazione, il paese d’origine, il colore e la fragranza dei fiori, la forma della corolla, etc.

Cercarose alla scoperta dell’enorme patrimonio di bellezza che Uomo e Natura hanno saputo creare nello sviluppo delle rose da giardino.

Il nuovo Cercarose verrà presentato in un colloquio con gli autori, che si terrà presso l’Auditorium del Museo Revoltella giovedì 2 maggio alle ore 18, nell’ambito degli incontri “i giovedì della Primavera”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy