• Google+
  • Commenta
6 aprile 2013

Energia Solare. Micro laboratorio ad energia solare all’Università La Sapienza

Università degli Studi di ROMA “La Sapienza” – Inaugurato micro laboratorio che funziona ad energia solare

Il dispositivo, realizzato da un team di ricercatori dell’Università La Sapienza, Cnr e Politecnico di Milano, consentirà di simulare fenomeni fisici complessi

È in un chip di vetro di pochi centimetri il più piccolo laboratorio in grado di simulare fenomeni fisici quantistici di particolare complessità: a realizzarlo, una collaborazione tutta italiana tra ricercatori del dipartimento di Fisica della Sapienza, dell’Istituto di Fotonica e Nanotecnologie del Cnr (Ifn-Cnr) e del Politecnico di Milano. Il dispositivo utilizza i fotoni, cioè la luce, per trasmettere i dati e rappresenta un primo passo verso il processore del futuro, che avrà capacità e velocità di calcolo inaccessibili ai computer classici.

Ma come funziona questo laboratorio ad energia solare in scala? I ricercatori hanno “disegnato”, grazie alla tecnica di scrittura mediante laser ad impulsi ultrabrevi, un vero e proprio circuito ottico all’interno di un chip in vetro.

Come ha spiegato Roberto Osellame, Primo Ricercatore dell’Ifn-Cnr di Milano, questa potente tecnologia consente di realizzare microprocessori fotonici con un elevato grado di integrazione e con architetture tridimensionali altamente innovative.

I fotoni che si propagano attraverso tali circuiti realizzano molteplici interconnessioni, riuscendo a simulare e prevedere il comportamento di sistemi fisici molto più complessi.

Per simulare il comportamento di vari tipi di particelle, i ricercatori hanno “costretto” i fotoni a comportarsi, a seconda delle condizioni sperimentali, sia come bosoni (la classe a cui appartengono i fotoni) che come fermioni (la classe di elettroni, protoni, neutroni). Questo risultato è stato ottenuto nell’esperimento condotto con il gruppo della Scuola Normale Superiore di Pisa.

Con il secondo esperimento, all’interno di un dispositivo detto “ritter” tre fotoni identici realizzano la cosiddetta “coalescenza bosonica”, fenomeno quantistico che si verifica quando due o più fotoni indipendenti, incontrandosi, interferiscono e scelgono la stessa porta in uscita dal dispositivo.

Gli straordinari progressi degli ultimi anni derivanti dall’uso delle moderne tecnologie quantistiche permettono oggi di isolare, manipolare, controllare e rivelare singole particelle.

Le potenziali applicazioni nei prossimi anni vanno dalla crittografia quantistica, alla simulazione quantistica di fenomeni fisici e alla computazione quantistica. In questo contesto la fotonica rappresenta un ottimo approccio sperimentale avendo portato alle verifica di numerosi processi fondamentali dell’informazione quantistica.

I computer fotonici offrono in prospettiva una serie di vantaggi legati non solo alle prestazioni ma anche alle caratteristiche tecniche e ai costi energetici. Anzitutto i computer del futuro potrebbero avere peso e dimensioni ridottissime e funzionare a bassissimo consumo; è addirittura ipotizzabile che possano essere ricaricabili con la luce solare e ad energia solare, come avviene oggi per le calcolatrici, senza alcun problema di surriscaldamento. Sarà inoltre possibile l’integrazione diretta con reti di fibre ottiche e l’accesso ultraveloce alle memorie ottiche.

Gli studi sono stati pubblicati sulle riviste scientifiche Nature CommunicationsNature Photonics. La ricerca è finanziata da un progetto Erc (European research council) Starting Grant: 3D-Quest (3D-Quantum integrated otical smulation), coordinato da Fabio Sciarrino. I premi Erc, oltre a rappresentare un importante finanziamento alla ricerca universitaria, sono considerati tra i più prestigiosi riconoscimenti internazionali.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy