• Google+
  • Commenta
10 aprile 2013

Lectio Magistralis di Giuseppe Riccio. “Pluralismo delle fonti e tutela del sistema: la procedura penale nel conflitto tra le Corti”

Università degli Studi del SANNIO di BENEVENTO -Lectio Magistralis di Giuseppe Riccio

«Pluralismo delle fonti e tutela del sistema: la procedura penale nel conflitto tra le Corti»

L’evento Lectio Magistralis di Giuseppe Riccio è in programma martedì 16 aprile 2013 (Facoltà di Giurisprudenza Aula 35 Via Calandra – Benevento Ore 16:00)

Giuseppe Riccio è Emeritus di Procedura Penale. Ha presieduto nella XV legislatura la Commissione ministeriale per la redazione del disegno di legge-delega per la riforma del Codice di procedura penale. È stato componente laico del Consiglio Superiore della Magistratura.

Il punto di riflessione che il prof. Riccio porterà nel seminario sarà quello concernente le problematiche rappresentate, nel processo accusatorio, dall’alternarsi – il più delle volte irrazionale – tra prassi e norme, tra law ed action, reso più complesso dal pluralismo delle fonti e dal cortocircuito tra le Corti anche sovranazionali.

Il nuovo Codice di procedura penale ha rappresentato l’effimera duttilità del processo accusatorio (= democratico): la sua immediata crisi – sancita già  nel 1991 (da Corte Costituzionale n. 81) – ha dato vita ad una rincorsa ad aggiustamenti che hanno modificato la radice del modello, sostituendo sin dai primi tempi filosofie e regole raccolte negli slogan: «dalla completezza alla completabilità», «dal processo monosoggettivo al maxiprocesso», «dal processo parlato al processo documentato», «dalla residualità alla centralità del processo ordinario».

Tutto ciò avrebbe dovuto indurre il ripensamento generale del sistema penale, anche perché è apparso sempre più evidente l’inasprirsi della crisi della legalità, solo in parte determinata dalle nuove leggi e dagli obblighi di adeguamento alle fonti internazionali e ai dicta della Corte di Strasburgo.

Questo insieme complesso e problematico manifesta la modernità del diritto; e pone il problema dei rapporti e dei limiti tra interpretazione giurisprudenziale e diritto giurisprudenziale, situazioni intellettuali  praticate al massimo livello dalla giurisdizione che sembra dare prevalenza alla prima, nelle vicende interne e alla seconda, in quelle  di provenienza esterna, spesso entrando in conflitto con i dettati della Corte costituzionale e con i connotati fondamentali del sistema.

Insieme ad Ernesto Fabiani, presidente del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza dell’ateneo sannita che introdurrà l’iniziativa Lectio Magistralis di Giuseppe Riccio, ha contribuito all’organizzazione anche Fabiana Falato, della cattedra di diritto processuale penale (II parte) della Federico II di Napoli.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy