• Google+
  • Commenta
11 aprile 2013

Unicam. Cooperazione internazionale, terzo settore, università: insieme, per crescere tutti

Università degli Studi di CAMERINO – Un nuovo ruolo per la cooperazione internazionale

Di questo si è discusso oggi ad Unicam nel corso del convegno su  Cooperazione internazionale, terzo settore, università: insieme, per crescere tutti

“La cooperazione è morta, viva la cooperazione!” ha esclamato nel corso del suo intervento Giancarlo Malavolti, Presidente COCIS (Coordinamento delle Organizzazioni non governative per la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo) intervenuto in occasione del convegno “Cooperazione internazionale, terzo settore, università: insieme, per crescere tutti” tenutosi oggi 10 aprile all’Università di Camerino.

E’ necessario infatti, e su questo sono stati concordi tutti gli intervenuti, che si cambi il modo di fare e di intendere la cooperazione internazionale affinché questa non sia più solo semplice mutualità e aiuto, ma si costruiscano rapporti e relazioni di partenariato e di  reciproca collaborazione.

E proprio questo è stato ribadito anche nell’emozionante intervento del cooperante Matteo Pagani in videocollegamento dalla Somalia, dove sta svolgendo con entusiasmo la sua attività.

“Cooperazione, terzo settore e università – ha dichiarato il Pro Rettore Vicario UNICAM Pettinari – sono tra le parole chiave che caratterizzano il mandato che mi è stato assegnato dal Rettore Corradini. Abbiamo l’impressione che, dell’importanza della cooperazione internazionale e del terzo settore come fattori di sviluppo e di crescita per tutti, delle opportunità che esse possono fornire, per tutti, se ne parli poco e talvolta purtroppo a sproposito. Con questo incontro abbiamo voluto parlarne nella maniera adeguata. Abbiamo la  speranza che, lavorando con i giovani e per i giovani, possiamo far sì che l’Italia torni ad essere un Paese capace di reagire e di proseguire nel cammino di crescita che sembra essersi brutalmente interrotto”.

“Sono convinto – ha dichiarato l’assessore regionale Marco Luchetti – che la cooperazione possa svolgere un ruolo fondamentale per lo sviluppo, ma soltanto se alimentata da competenze professionali specifiche. E’ infatti fondamentale la professionalizzazione dei soggetti che si occupano di cooperazione internazionale: ben vengano dunque iniziative formative come quella che si avvia a proporre l’Università di Camerino”.

L’incontro, moderato dal giornalista di Rai 3 Giovanni Anversa, che si occupa da anni con professionalità e competenza di tematiche inerenti il terzo settore e la cooperazione, è stato aperto dai saluti del Rettore UNICAM Flavio Corradini e dell’Assessore Regionale Marco Luchetti.

Di particolare rilievo, oltre a Malavolti e Pagani, anche gli altri relatori che hanno partecipato al dibattito: Pietro Barbieri portavoce del Forum italiano per il Terzo Settore,  Francesco Maria Perrotta Presidente della Commissione Enti non lucrativi e impresa sociale del Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, Paolo Bernabucci Presidente Gruppo Umana Solidarietà, Orietta Varnelli Presidente Action Aid Italia, Giovanni Lattanzi Responsabile Cooperazione Internazionale GUS, Antonio Flamini Direttore Scuola di Giurisprudenza UNICAM, Carlotta Latini Docente Scuola di Giurisprudenza UNICAM, Claudio Pettinari Pro Rettore Vicario UNICAM.

Da tempo Unicam ha posto al centro della sua mission una particolare attenzione alle attività di internazionalizzazione: il nostro Ateneo conta la percentuale più alta di studenti stranieri extracomunitari tra le Università generaliste, (8% contro una media nazionale del 6), ha recentemente istituito a Dschang, in Camerun, una Facoltà di Farmacia in collaborazione con la locale Università, partecipa con numerose associazioni del terzo settore a progetti di cooperazione internazionale ed è tra gli atenei fondatori del Cuia, il consorzio universitario italo argentino che presiede da tre anni;  due spin off Unicam sono formati da dottorandi e studenti italiani ed extracomunitari che insieme mettono a fattor comune il know how e le esperienze per la realizzazione di  progetti da realizzare in Paesi in via di sviluppo; la nostra School of Advanced Studies ha il 27,3% dei dottorandi stranieri: una ricchezza di condivisione di culture ed esperienze straordinaria.

L’incontro è stata anche l’occasione per presentare ufficialmente il Corso di Laurea Triennale della Scuola di Giurisprudenza di Unicam in “Scienze giuridico sociali per gli enti no profit e la cooperazione internazionale” che sarà attivato a partire dal prossimo anno accademico 2013/14.

Al convegno è seguita nel pomeriggio la presentazione del libro “I diritti dei Bambini” di Marco Scarpati. L’autore è stato introdotto e intervistato dal giornalista Vincenzo Varagona. L’incontro, inserito nel progetto “Unicam Competenze Trasversali”, è stata un’importante opportunità per gli studenti dell’Ateneo di approfondire tematiche che solitamente non rientrano nelle competenze specifiche dei singoli corsi di studi. Marco Scarpati, docente di diritto Internazionale dell’economia e delle organizzazioni internazionali, è presidente di ECPAT Italia, associazione internazionale che lotta contro lo sfruttamento sessuale dei minori e direttore dell’ufficio cooperazione di CIFA Onlus.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy