• Google+
  • Commenta
4 maggio 2013

Giù le mani dall’UMG. Si riunirsce il comitato giù le mani dall’UMG 8 maggio Unicz

Università degli Studi “Magna Graecia” di CATANZARO – Giù le mani dall’UMG – Torna a riunirsi a distanza di pochi giorni, il comitato Giù le mani dall’UMG, per concordare e definire le azioni da portare a termine breve scadenza a tutela dell’Università Magna Graecia di Catanzaro.

Il Comitato giù le mani dall’UMG nato in un particolare momento delicato di vita per il sistema universitario in generale, mira a ricercare la massima coesione di tutte le varie rappresentanze degli studenti della Magna Graecia, chiamate a svolgere un ruolo determinante nel rafforzare, tutelare e difendere questo alto presidio culturale e scientifico rappresentato dal Campus di Germaneto.

Sono noti a tutti i problemi che affliggono il mondo studentesco, dal diritto allo studio, ai trasporti, alle borse di studio, alla riduzione delle borse ministeriali per specializzandi medici, alle problematiche sull’Intesa Università – Regione e Fondazione “Tommaso Campanella”.

Il Comitato  giù le mani dall’UMG per scongiurare disguidi ed eventuali blocchi delle attività didattiche, allerta tutti gli studenti afferenti alle diverse scuole di Medicina e Farmacia, nonché al dipartimento di Scienze giuridiche, a mobilitarsi a sostegno del Ateneo, che deve essere percepito come valore proprio singolo e collettivo.

Il comitato giù le mani dall’UMG chiama a raccolta tutti gli studenti alla prima assemblea di Ateneo, programmata per giorno 8 maggio.

L’incontro rappresenta un momento qualificante della partecipazione studentesca alle principali azioni che verranno intraprese. I componenti del comitato, che vede la partecipazione degli studenti in Senato accademico, consiglio di amministrazione, Nucleo di Valutazione, Scuole, commissioni e Consulta, invitano gli studenti e le associazione ad apportare il proprio contributo al comitato, nonché  a partecipare ai dibattiti sul Social Network Facebook, ricercando il gruppo “Giù le mani dall’UMG”.

Google+
© Riproduzione Riservata