• Google+
  • Commenta
17 maggio 2013

Unipg: Diritto d’autore. Il diritto d’autore nel nuovo scenario tecnologico e normativo

Università degli Studi di PERUGIA – Il diritto d’autore nel nuovo scenario tecnologico e normativo, incontro a Scienze Politiche tra giuristi ed esperti della comunicazione

“Il diritto d’autore nel nuovo scenario tecnologico e normativo” è il tema dell’ incontro di  mercoledì  22 maggio 2013, alle 17.45, nell’Aula IV della Facoltà di Scienze Politiche.

La riflessione avrà come punto di partenza il volume di Giovanni Maria Riccio dal titolo “Copyright collecting societies e regole di concorrenza”, Torino, 2012. L’obiettivo è di inquadrare, in un contesto multidisciplinare, le profonde evoluzioni del diritto d’autore nella società moderna, con particolare riferimento all’eliminazione del monopolio SIAE.

L’incontro sarà introdotto e presieduto da Paolo Mancini (Università di Perugia  – Presidente dei Corsi di laurea in Scienze della Comunicazione) e vedrà la partecipazione, insieme con l’autore, dei docenti dell’Università di Perugia: Fabrizio Scrivano che tratterà il tema “Il libro è davvero un ‘bene’ per l’autore?”, Francesco Clementi “In morte del copyright? La frontiera del costituzionalismo tra diritto del singolo e diritti di tutti”, Benedetto Ponti “Le amministrazioni pubbliche sono (sempre) autori? La fruizione dei dati pubblici e i nodi del licensing”,  Alberto Giulio Cianci “Il nuovo diritto d’autore e il problema della gestione collettiva”.

È opinione diffusa che il diritto d’autore stia vivendo un periodo di radicali trasformazioni, che investono i principi sui quali, storicamente, si è fondato. All’interno di questo processo più ampio deve essere collocato il ripensamento del ruolo e delle funzioni assegnate alle copyright collecting societies, le società di gestione collettiva dei diritti d’autore. In particolare, si assiste ad un ripensamento, alla luce delle regole sulla concorrenza, della visione tradizionale che riconosceva a queste società una posizione monopolistica, di fatto o di diritto. Lo studio pubblicato da Riccio analizza, in chiave comparatistica, le ragioni che dovrebbero condurre al superamento di siffatta visione e alla riforma dell’esclusiva concessa dalla legge sul diritto d’autore alla SIAE per la gestione collettiva dei diritti d’autore.

Google+
© Riproduzione Riservata