• Google+
  • Commenta
26 giugno 2013

Spin Off Unisa. Il progetto “narrando” dell’unisa riceve il premio dei premi per l’innovazione

Università degli Studi di SALERNO – Il progetto spin off “narrando” Unisa. Riceve il premio dei premi per l’innovazione 2013

Oggi 25 giugno 2013, presso la sede del CNR di Roma, è stato consegnato il Premio dei Premi per l’Innovazione 2013 dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca On. Anna Maria Carrozza e dal Prof. Luigi Nicolais, Presidente CNR.

Nel corso della cerimonia i premiati hanno incontrato il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Il Premio dei Premi per l’Innovazione, istituito con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri presso la Fondazione Cotec, per concessione del Presidente della Repubblica Italiana, è un prestigioso riconoscimento riservato ad aziende, enti pubblici o persone fisiche, individuati tra i vincitori dei premi per l’innovazione assegnati annualmente a livello nazionale.

Per la sezione Life Sciences è stato premiato il progetto NARRANDO (NAno caRbon RAdiatioN DOsimeters), Unisa, già vincitore di Start Cup Campania 2012.

Il successo di NARRANDO Unisa è legato all’impiego delle nanotecnologie e delle nanoscienze nel campo della dosimetria volta al controllo delle dosi di radiazioni ionizzanti somministrate ai pazienti in radiologia e radioterapia.

L’iniziativa è nata nell’ambito di NANO_MATES, del Dipartimento di Ingegneria Industriale, del Dipartimento di Chimica e Biologia, del Dottorato in Scienze e tecnologie per l’industria chimica, farmaceutica e alimentare, della società Dosimetrica.

Il premio è stato consegnato all’ing. Maria Sarno, in rappresentanza del costituendo Spin Off NARRANDO dei soci Paolo Ciambelli (Prof. Ordinario, Ing. Chimico); Maria Sarno (Ricercatore, Ing. Chimico); Debora Sarno (PhD student, Ing. Gestionale) e Francesco Polese (Prof. Associato, Ing. Elettrotecnico).

L’Ateneo Unisa già nel 2010 aveva ricevuto l’ambitissimo premio con il progetto “Nano Active Films” coordinato dal prof. Gaetano Guerra.

Google+
© Riproduzione Riservata