• Google+
  • Commenta
12 giugno 2013

Medicina Veterinaria Pubblica: se ne discute all’Unicz

Medicina Veterinaria Pubblica
Medicina Veterinaria Pubblica

Medicina Veterinaria Pubblica

In data 11 giugno ’13 presso l’aula M dell’Unicz si è tenuto una Tavola Rotonda dal titolo: “INCONTRO   DIBATTITO SULLA MEDICINA VETERINARIA PUBBLICA. RUOLO E PROSPETTIVE NELLA REGIONE CALABRIA” con l’intento di abbracciare diverse tematiche Professionali Veterinario-Zootecniche.

La giornata all’Unicz ha visto come protagonisti i membri della Task Force Veterinaria Regionale(Dott.Gianluca Grandinetti, Dott. Maurizio Anastasio, Dott.Fabio Arigoni) che hanno risposto in modo propositivo e repentino per la buona riuscita dell’iniziativa la quale ha preso il via dal rappresentante degli studenti Molinaro Giuseppe. Molinaro al dibattito all’Unicz ha esordito ringraziando le varie Autorità che hanno preso parte all’incontro dal Rettore Prof Aldo Quattrone al Presidente della Fondazione UMG  Prof. Arturo Pujia(che ha patrocinato l’evento), senza dimenticare il Presidente del CTO Prof. Domenico Britti, il presidente dell’Ordine dei Medici Veterinari di Catanzaro Dott. Franceco Corapi ed i Direttori delle Unità Operative i Dott.ri Francesco Corapi, Giuseppe Caparello, Tommaso Esposito nonché i dirigenti, gli specialisti ed i tecnici della prevenzione presenti.

Il dibattito all’Università degli Studi “Magna Graecia” di CATANZARO è stato unico nel suo genere in quanto non era mai accaduto che il mondo professionale Veterinario,che opera sul territorio, incontrasse il mondo Accademico, chiuso nel suo sapere. Molinaro continua spiegando le motivazioni dell’Incontro Unicz “è facile comprendere come la folta presenza degli studenti dei due CCdLL in Medicina Veterinaria e STPA fosse assetata di ascoltare coloro i quali operano e legiferano, per conto della regione, sulla Sanità e Zootecnia Calabrese”, chiudendo  dice “mi appello alle Autorità ed  agli studenti(professionisti del domani),al fine di rilanciare e difendere la propria professione che spesso, a causa di futili guerre interne, come in passato, ha comportato la perdita delle competenze lavorative”.

Incontro dibattito sulla medicina veterinaria pubblica: ruolo e prospettive in Calabria

  • Il primo a prendere la parola al dibattito all’Unicz è stato il Dott. Anastasio, il quale ha incentrato il suo intervento sulla Farmacovigilanza e Farmacosorveglianza Veterinaria soffermandosi sulla normativa vigente nella nostra regione (Decreto n.82 del 4.8.2011 -Piano triennale farmacosorveglianza e farmacovigilanza della Regione Calabria 2011-2013), spiegando ai presenti gli obiettivi, le attività di controllo e gli organismi coinvolti nell’attuazione del DPRG su citato.
  • È stata la volta del Dott. Arigoni al dibattito all’Unicz che in primo luogo ha argomentato riguardo la nascita, la composizione ed i ruoli della Task Force Vetrinaria; passando poi all’illustrazione del Decreto n.95 del 16.9.2011 sul Piano Nazionale Integrato Sicurezza Alimentare,non solo valutando le criticità rilevate e sugli aspetti di Sanità Pubblica previsti dal piano di rientro, ma ha anche fornendo valide soluzioni a riguardo.
  • L’ultimo a pendere la parola al dibattito all’Unicz è stato il Dott.Grandinetti,colui che ha collaborato attivamente con Molinaro per la buona riuscita dell’evento;

Grandinetti, dopo una breve cronistoria dei piani di Profilassi ed eradicazione  della Brucellosi dal ’64 ad oggi, ha presentato il Decreto n.118 del 25.11.2011, che ha come scopo ultimo l’Eradicazione della brucellosi bovina e ovi-caprina, della leucosi e della tubercolosi bovina nella Regione Calabria,parlando,inoltre ,della difficoltà dell’evoluzione sanitaria  in alcune realtà allevatoriali e nonostante tutto mostrandosi fiducioso verso le nuove generazioni.

Il veterinario regionale ha chiuso con un puntuale cenno sul Decreto n. 197 del 20.12.2012 sulla Razionalizzazione degli interventi in materia di randagismo el’ istituzione di una rete di canili sanitari nel territorio della Regione Calabria.

Il dibattito finale è risultato costruttivo ed esente da barriere grazie alla cortese disponibilità delle figure professionali e delle autorità che si sono avvicinate senza indugi ai giovani studenti, dando così utili consigli per un nuovo approccio sul territorio.

Google+
© Riproduzione Riservata