• Google+
  • Commenta
26 giugno 2013

Unife: Corso di chirurgia ricostruttiva parodontale e peri implantare

Università degli Studi di FERRARA Unife – Il 27 e 28 giugno a Palazzo Tassoni Estense si riuniscono esperti internazionali di chirurgia ricostruttiva parodontale e peri-implantare Unife

Due giorni di corso Unife con Anton Sculean e Frank Schwarz, coordinati da Leonardo Trombelli

Giovedì 27 e venerdì 28 giugno la splendida cornice di Palazzo Tassoni Estense, (via della Ghiara, 36), ospiterà due giorni di Corso di aggiornamento sulle procedure chirurgiche per la ricostruzione dei tessuti di sostegno dei denti e degli impianti.

Coordinatore dell’evento sarà Leonardo Trombelli, Responsabile dell’Unità Operativa di Odontoiatria dell’Azienda Ospedaliero Unife e Direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca per lo Studio delle Malattie Parodontali e Peri-implantari Unife

“Nel corso della prima giornata – spiega Trombelli – relatore sarà Anton Sculean, Professore di Parodontologia dell’Università di Berna Svizzera), sul tema della rigenerazione dei tessuti di sostegno del dente, con particolare riguardo all’utilizzo di biomateriali e fattori di crescita volti a stimolare la riformazione di osso e legamento di elementi dentari severamente colpiti dalla parodontite distruttiva (piorrea). L’argomento è di grande attualità dati i recenti progressi in campo biotecnologico legati alla medicina rigenerativa, e per l’alta prevalenza di soggetti affetti da parodontite severa (circa il 15% della popolazione mondiale). Frank Schwarz dell’Università Heinrich-Heine di Düsseldorf (Germania), esperto internazionale di patologia peri- implantare, sarà invece il protagonista della seconda giornata di corso, nella quale saranno discussi gli aspetti più rilevanti del trattamento della peri-implantite: dal ruolo della terapia non chirurgica alla validazione scientifica di nuove metodiche chirurgiche per la ricostruzione del sostegno impiantare”. “Anche il trattamento della peri-implantite, condizione infettivo-infiammatoria che porta alla distruzione dei tessuti che sostengono gli impianti orali – conclude Trombelli – rappresenta una sfida importante per la professione: sia per la diffusione della terapia implanto-protesica nella professione odontoiatrica, sia per la elevata incidenza della condizione patologica peri-implantare”.

Google+
© Riproduzione Riservata