• Google+
  • Commenta
18 giugno 2013

Unipd. La politica estera italiana nell’Europa della Guerra Fredda

Università degli Studi di PADOVA – La politica estera italiana nell’Europa della Guerra Fredda

Si terrà all’Unipd, da giovedì 20 a sabato 22 giugno in Aula Nievo e Archivio Antico a Palazzo del Bo, con inizio alle ore 9.30, il convegno Unipd intitolato La politica estera italiana nell’Europa della Guerra Fredda: attori tradizionali e nuove forme del ‘fare politica’ tra gli anni ’60 e ’80.

Recenti tendenze storiografiche hanno sottolineato la necessità di guardare al processo di decision making della politica estera nazionale in modo più complessivo, prendendo in considerazione l’azione svolta sia dagli attori politici tradizionali sia da nuovi protagonisti della politica. Ai fini di una lettura più completa della realtà storica, va dunque sottolineata la rilevanza dell’interazione tra queste due tipologie di attori, mettendo in rilievo la tendenza alla reciproca influenza che divenne sempre più preminente dalla fine degli anni Sessanta, sino – quantomeno – agli anni Ottanta. La politica estera di un Paese andrebbe in definitiva letta non solo in quanto espressione delle istituzioni, ma anche di partiti politici e sindacati, personalità politiche ed intellettuali, di “nuovi” attori dunque che affiancano attori “tradizionali” che si muovono secondo pratiche diplomatiche nuove. Diventano in tal modo oggetto di analisi della politica estera dell’Italia negli ultimi decenni della Guerra fredda, ambiti non tanto nuovi quanto suscettibili di nuove angolazioni, come il turismo, le visite presidenziali, l’immagine della politica estera nei media, il ruolo dei think tank, che affiancano le forme tradizionali della diplomazia, la gestione dell’economia, gli attori politici non governativi come i partiti e i sindacati.

Il Convegno Unipd organizzato dal Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionale dell’Unipd è inserito nel Progetto di Ricerca di Interesse Nazionale diretto dal Prof. Antonio Varsori dell’Unipd, del quale fanno parte anche le Università di Roma Tor Vergata, Bologna-Forlì e Trento, e dedicato all’”Italia nel contesto internazionale (1968-1981): crisi, trasformazioni, stabilizzazione”.

Google+
© Riproduzione Riservata