• Google+
  • Commenta
6 luglio 2013

Unimore. Ritrovata grazie a studenti dell’Unimore dannosa cimice “Halyomorpha halys”

Università degli Studi di MODENA e REGGIO EMILIA Unimore- Ritrovata dannosa cimice “Halyomorpha halys”

Rilevata nel modenese, e per la prima volta in Italia, la presenza di una cimice “Halyomorpha halys”(Heteroptera, Pentatomidae) potenzialmente molto dannosa per le piante coltivate. La scoperta fatta da un gruppo di giovani studenti del corso di Entomologia della laurea triennale in Scienze e tecnologie agrarie e degli alimenti dell’Università Unimore. Il Servizio Fitosanitario Regionale ha ora deciso l’attivazione di un sistema di monitoraggio affidato al coordinamento della dott. ssa Lara Maistrello, docente di Entomologia nell’Ateneo emiliano, e fa appello perché la popolazione segnali il rinvenimento di cimici “sospette”. 

Studenti del corso di laurea in Scienze e tecnologie agrarie e degli alimenti dell’Università Unimore hanno rilevato per la prima volta in Italia la presenza di un insetto esotico potenzialmente assai pericoloso “Halyomorpha halys(Heteroptera, Pentatomidae), rinvenuto proprio nel territorio modenese.

L’eccezionale scoperta è avvenuta grazie a raccolte didattiche di insetti da parte di questi studenti universitari, effettuate nell’ambito del corso di Entomologia, tenuto dalla ricercatrice dott. ssa Lara Maistrello.

La <Halyomorpha halys> (Heteroptera, Pentatomidae) è una cimice marrone-grigiastra di origine asiatica, potenzialmente molto dannosa per numerose piante coltivate, in particolare piante da frutto, vite, alcuni ortaggi, e ornamentali, e fastidiosa per l’abitudine di svernare in massa entro gli edifici nel periodo autunnale. “Ma – si affretta a precisare la dott. ssa Lara Maistrello dell’Università  Unimore – non punge l’uomo e non trasmette malattie”.

Sull’onda del crescente commercio internazionale sono sempre più numerosi gli organismi potenzialmente dannosi che si spostano da un continente all’altro. Molte – conferma la dott. ssa Lara Maistrellonon riescono ad adattarsi all’ambiente. Alcune specie, invece, colonizzano rapidamente il nuovo ambiente e, se attaccano piante di interesse economico in assenza di nemici naturali, possono diventare seriamente dannose”.

E’ il caso di questa cimice lunga dai 12 ai 17 millimetri, rinvenuta negli Usa e nell’Europa centrale, che si nutre su un’ampia varietà di piante coltivate e spontanee (oltre 300 specie), con una predilezione per le Rosacee e Fabacee. In Europa i primi ritrovamenti sono avvenuti nel 2007 a Zurigo (Svizzera) e nel Liechtenstein su piante ornamentali. Attualmente, grazie al contributo degli studenti e di appassionati di entomologia, sono stati rinvenuti diversi esemplari in un’area di 20 km a sud della città di Modena.

Inserito nella lista d’allerta dell’EPPO (l’organizzazione euro-mediterranea di protezione delle piante), considerata la sua potenziale pericolosità, dallo scorso mese di maggio la <Halyomorpha halys> per iniziativa del Servizio Fitosanitario Regionale è stato attivato nel territorio un sistema di monitoraggio, in accordo col Consorzio Fitosanitario Provinciale di Modena, con lo scopo di delimitare la zona di presenza del fitofago ed individuare le principali specie ospiti, in modo da contenerne la potenziale incidenza economica.

Il suo coordinamento è affidato alla dott. ssa Lara Maistrello del Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università Unimore, da cui viene un appello alla collaborazione da parte di colleghi, studenti, cittadini e/o agricoltori perché – in caso di rinvenimento di cimici “sospette” – si segnalino (anche tramite foto macro) e, possibilmente, si consegnino gli insetti catturati, indicando il luogo (e l’eventuale pianta su cui si rinviene), la data, ed il numero di individui. “Ogni contributo – dice la dott. ssa Lara Maistrelloè di fondamentale importanza per definire quanto e come questa cimice si stia diffondendo e per verificare se e quando sarà necessario approntare eventuali misure di controllo”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy