• Google+
  • Commenta
2 settembre 2013

Concorso Scuola 2013. Il concorso scuola per l’immissione in ruolo di 11.542 docenti è un bluff

Concorso Scuola 2013

Concorso Scuola 2013: immessi in ruolo solo 3.123 insegnanti sugli oltre 11mila vincitori del bando. Si tratta del solo 27 per cento 

Concorso Scuola 2013

Concorso Scuola 2013

Ricordiamo che il Concorso Scuola 2013 era atteso da 13 anni ed era stato bandito con enfasi nel 2012 dall’ex ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo. Tredici anni di lunga attesa, un’attesa che a quanto pare non ha portato grandi cambiamenti.

Il Concorso Scuola 2013 si è ormai trasformato in beffa per molti insegnanti, non soltanto gli aspiranti docenti hanno dovuto attendere e fronteggiarsi con i propri colleghi a colpi di cultura generale, ma coloro che sono riusciti ad ottenere la cattedra dovranno ancora aspettare. Quali sono in questo caso i tempi di attesa per ottenere la cattedra? Ancora anni e anni!

L’ultimo giorno per effettuare le nomine in ruolo, ovvero il 31 agosto, è ormai passato ed è giusto capire il bilancio di questa, come al solito, sfortunata situazione per i professori. Il numero di posti messi a disposizione dal ministero dell’Economia è davvero una goccia nel mondo del precariato per non parlare dei vari problemi riscontrati in alcune regioni nell’espletamento delle operazioni del concorso scuola, in primis Lazio. Il concorso scuola si è trasformato per centinaia di migliaia di persone in una vera e propria delusione.

I numeri del Concorso Scuola 2013

Sono stati immessi in ruolo non più di 3.123 unità che in 12 mesi di studio hanno dovuto sostenere un concorso scuola dalle procedure molto compilcate: test di preselezione, uno o più scritti e prova orale con simulazione di una lezione. Ricordiamo che i posti messi a disposizione almeno su carta dal concorso scuola erano ben 11.542. Sono così riusciti a ottenere la cattedra e quindi così l’agognato posto fisso 27 candidati su 100. Tutto il  resto dovrà come al solito attendere.

Sono state riscontrate difficoltà in più regioni prima di tutto nel Lazio, dove non è stato possibile assumere nessuno dei 1.443 potenziali vincitori perché il direttore generale, Giuseppe Minichiello, ha preferito chiarire da subito la situazione: “Per il protrarsi dei lavori delle commissioni, non sarà possibile pubblicare entro il 31 agosto nessuna graduatoria definitiva del concorso”. La situazione non cambia in Toscana, dove sono state pubblicate le graduatorie solo per tre classi di concorso, in Calabria e Veneto, i lavori delle commissioni slitteranno a settembre, e in Sicilia, dove le classi di concorso avevano messo a disposizione un maggior numero di posti. in Lettere e i due concorsi di scuola primaria e dell’infanzia, le graduatorie non sono state rese note.

Il numero previsto di immissioni in ruolo per il Concorso Scuola 2013 è stato poi ancora di più dimezzato, perché per gli oltre 11 mila posti assegnati dal ministero dell’Economia,  alcuni sono stati divisi a metà fra vincitori di concorso e precari delle liste ad esaurimento. In alcune regioni quali Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto la situazione per i vincitori concorso scuola è abbastanza tranquilla: sono stati immessi in ruolo oltre metà dei vincitori del concorso scuola e quindi già l’anno prossimo potrebbero essere soddisfatti anche gli altri.

Una situazione serena si registra anche in Umbria e Friuli Venezia Giulia, con percentuali di assunzione in ruolo vicine al 50%, solo al Sud le situazioni si complicano enormemente, come c’era da aspettarsi.

Il caso limite del Molise per il Concorso Scuola 2013 è davvero ai limiti della fantascienza. In Molise il concorso scuola elementare aveva messo a disposizione 26 unità. La procedura concorsuale ha rispettato i tempi previsti e ha pubblicato, come di consueto, una graduatoria di merito. L’Ufficio scolastico regionale quindi poteva assumere i vincitori della selezione entro fine agosto, ma il ministero dell’Istruzione ha assegnato per il Molise due sole unità, che vengono divise tra l’altro tra concorso e precari delle liste ad esaurimento. Stando a questo ritmo, è prevista un’assunzione all’anno per il concorso scuola e quindi occorreranno 26 anni per assumere l’ultimo avente diritto! Quindi chi si trova in graduatoria dovrà attendere anni per ottenere la cattedra seppur meritevole e “vincitore”, ma a questo punto la domanda sorge spontanea: vincitore di cosa?

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy