• Google+
  • Commenta
23 settembre 2013

Università di Padova. Prof licenziati all’Università di Padova: bocciati dagli studenti nella valutazione

Università di PADOVA – “0 in condotta, bocciati agli esami o respinti al prossimo appello.”

Docenti Disperati

Docenti Disperati

E’ quello che generalmente accade a studenti alle prese con esami e test, ma questa volta a pagare le sorti della bocciatura, sono niente meno che i docenti, valutati dai loro stessi studenti nei questionari annuali (obbligatori dal 2005) che misurano il gradimento degli studenti verso i docenti e corsi di laurea.

Il caso. Siamo a Padova, dove due docenti di economia dell’Università di Padova  sono stati bocciati dai giudizi e voti espressi dai loro studenti nei questionari online di valutazione predisposti dall’anvur.

I prof dell’Università di Padova, sono stati prima bocciati dai loro studenti e poi licenziati dal Consiglio di dipartimento Università di Padova. Stiamo parlando di due docenti esterni, ai quali non è stato così rinnovato il contratto per via dei voti che gli studenti hanno espresso nella valutazione online. Il voto del consiglio di dipartimento Università di Padova non è stato unanime ma diviso, il consiglio si è spaccato con dieci voti a undici.

Gli studenti dell’Università di Padova da quando è emerso dalle pagelle lamentavano scarsa presenza dei due professori, ritardi alle lezioni, scarsa disponibilità, “spesso introvabili”, – dicono – e colloqui al bar, Insomma bocciati i prof dell’Università di Padova.

I prof. Bocciati all’Università di Padova. “Siamo docenti part time”. Difficile, dunque, conciliare tutti gli impegni. – dichiarano – “La nostra è un’epoca grillina” – continua uno dei prof bocciati – “le minoranze strillano e ottengono”.

Le opinioni dei Rettori sul prof. Bocciati all’Università di Padova. Diverse e anche contrastanti, le opinioni espresse dai Rettori Italiani sui prof bocciati all’Università di Padova

Il Rettore Pierdomenico Perata della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa dice – “Chi frequenta un’università pubblica paga ed è giusto che pretenda qualità. I questionari di valutazione sono uno strumento utile per ottenerla” – dice – Qui la valutazione «dal basso» si attua su tre livelli: “Il questionario obbligatorio e anonimo predisposto dall’Anvur a livello nazonale, dato a fine corso a tutti gli studenti, prima dell’esame; un questionario che valuta la Scuola nel suo insieme; infine la valutazione espressa una volta l’anno da un comitato esterno di docenti stranieri che, per raccogliere le impressioni degli studenti, adottano anche metodi più informali, come cenare con loro”. ..  “la valutazione è uno strumento indispensabile per migliorare un ateneo recependo le indicazioni. Quest’anno, per esempio, abbiamo dato meno spazio alla didattica frontale a vantaggio di una più attiva”  – conclude –

Non è contrario alle dichiarazioni del Rettore del Sant’Anna, Massimo Augello, Rettore dell’Università di Pisa che dichiara “la valutazione aiuta a correggere situazioni poco favorevoli. Spostare un docente su un insegnamento più adatto alle sue competenze”.

Interviene anche La Torre, Rettore dell’Università della Calabria “Un episodio non basta, un giudizio negativo è significativo se si ripete negli anni”. “Assieme al servirsi di diverse fonti: il giudizio degli studenti è solo una variabile. Anche perché il rigore eccessivo di un professore potrebbe influenzarne la valutazione”.

Ed infine il Rettore Giovanni Azzone, del Politecnico di Milano, si dimostra invece, favorevole alla valutazione: “Non credo che la valutazione possa diventare un’arma, se non in casi isolati”. – dice – “Ci aiutano a capire quali interventi fare, ma senza automatismi: non c’è una soglia sotto la quale si viene “bocciati”. Su 4 mila corsi, i casi oggetto di attenzione sono il 5 per cento”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy