• Google+
  • Commenta
28 ottobre 2013

Lezioni di Maria Zarro all’Università del Sannio di Benevento

Università del SANNIO di BENEVENTO – Diritto e letteratura: le lezioni di Maria Zarro sulla difesa in verità della poesia. Il legislatore del mondo domani, martedì 29 ottobre  dalle ore 14 alle ore 16 all’Università del Sannio di Benevento

Unisannio

Unisannio

E di Orlando Roselli su la diffamazione e l’ingiuria in Shakespeare Mercoledì 30 ottobre, dalle ore 9 alle ore 11 Plesso didattico di via calandra Università del Sannio di Benevento

Per l‘insegnamento di Diritto e Letteratura del corso in Giurisprudenza dell’Università del Sannio di Benevento, tenuto dal prof. Felice Casucci, nei prossimi due giorni terranno lezioni la prof. Maria Zarro (domani 29 ottobre – ore 14-16) e il prof. Orlando Roselli (mercoledì 30 ottobre – ore 9-11). Sede degli incontri è il plesso didattico di via Calandra a Benevento.

La lezione di domani all’Università del Sannio di Benevento, di Maria Zarro, dal titolo “Difesa In – Verità della Poesia. Il legislatore del mondo”, prenderà spunto dalla celebre affermazione di P.B.Shelley “I poeti sono i non riconosciuti legislatori del mondo” che in “Difesa della poesia” del 1821 contrasta le affermazioni di Thomas Love Peacock sull’inutilità dell’arte poetica in un’epoca di progresso e innovazione.

Il tentativo di riassegnare una funzione al poeta come coscienza morale del tempo – esautorato nell’età della ragione e della scienza- diviene in Shelley, che vive nell’epoca delle tre rivoluzioni (americana, francese e industriale), essa stessa “rivoluzione” : fornire una legislazione del mondo più autentica di ogni verità scientifica e di ogni utilità politica ed economica prodotta dal sistema illuministico-liberale fondandola su Bellezza e Verità. Il percorso si snoderà tra lo Ione di Platone (tradotto da Shelley stesso) e il “mistero dell’incontro” celaniano per pervenire, appunto, a “La Verità della poesia”.

Maria Zarro è docente di Storia e Filosofia, attualmente nel Liceo Scientifico Rummo di Benevento.

La lezione all’Università del Sannio di Benevento di mercoledì di Orlando Roselli, dal titolo “La Diffamazione e l’ingiuria in Shakespeare”, si sofferma soprattutto su una delle straordinarie commedie del grande drammaturgo e poeta inglese: Il Mercante di Venezia. Si pone in risalto come, nonostante i pregiudizi dell’epoca, la figura del costantemente diffamato e ingiuriato ebreo Shylock finisca per rappresentare un atto di accusa sull’infamia dell’antisemitismo. Questo perché il grande Shakespeare obbliga, in una pagina memorabile, a cogliere la sofferenza della discriminazione sociale attraverso gli occhi della vittima della diffamazione e dell’ingiuria.

Il prof. Roselli insegna Diritto costituzionale generale e Diritto pubblico avanzato presso l’Università degli Studi di Firenze. I suoi interessi scientifici spaziano dal processo di integrazione europea alla formazione del giurista e degli operatori del diritto; dalle trasformazioni che attraversano gli ordinamenti giuridici contemporanei alle più varie problematiche relative alle fonti del diritto. Tra le sue pubblicazioni più recenti le raccolte di propri scritti, per le Edizioni Scientifiche Italiane (ESI) di Napoli, Riflessioni sulle trasformazioni della dimensione giuridica (2011) e Scritti per una Scienza della formazione giuridica (2012).

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy