• Google+
  • Commenta
3 ottobre 2013

Sant’anna di Pisa. Accordo per i laboratori e aule per Scienze della Vita

Scuola Superiore di Studi Universitari e Perfezionamento Sant’anna di Pisa – Dopo la firma dell’accordo di programma con il Comune, al via la prima fase con la costruzione dei laboratori e delle aule per Scienze della Vita, tutti i dettagli presentati dal Rettore Perata e dal Sindaco Panattoni

Studenti Scuola Superiore Sant’Anna

Studenti Scuola Superiore Sant’Anna

Inizia il nuovo progetto di sviluppo edilizio e scientifico, entra nella fase operativa il piano per costruire il “Polo Sant’Anna in San Giuliano Terme”

Si aggiunge un nuovo, importante capitolo al programma di sviluppo, edilizio e scientifico, della Scuola superiore Sant’anna di Pisa che oggi annuncia l’inizio della parte operativa per l’ambizioso progetto che, suddiviso invarie fasi, porterà alla nascita del “Polo Sant’Anna in San Giuliano Terme”, nel territorio dell’omonimo Comune in provincia di Pisa ma a poche centinaia di metri in linea d’aria dalla città.

L’avvio del progetto ha coinciso con la firma dell’accordo diprogramma sottoscritto fra la Scuola Superiore Sant’Anna, nella persona del Rettore Pierdomenico Perata, e dal Comune di San Giuliano Terme, in particolare dal Sindaco Paolo Panattoni, durante una recente seduta del Consiglio Comunale. Il primo stralciofarà sorgere il “Polo di Scienze della Vita”, distribuito su circa 4500 metri. I particolari dell’accordo e uno sguardo d’insieme sul progetto sono stati presentati oggi nella conferenza stampa a cui hanno partecipato i due firmatari, il Rettore Perata e il Sindaco Panattoni.

Gli attuali 31mila metri quadrati distribuiti nelle varie sedi fra PisaPontederaPeccioliVolterraLivornoLa Spezia non consentono un’ulteriore funzionale crescita delle attività didattiche e di ricerca della Scuola Superiore Sant’Anna. Partendo da questa considerazione si è andato definendo il progetto di sviluppo, suddiviso in una serie di stralci, il primo dei quali sarà portato a compimento entro il 2017, con un investimento che a quella data avrà raggiunto la cifra di circa 11 milioni di euro.

Il “Polo Sant’Anna in San Giuliano Terme” è dunque il progetto che, in maniera graduale, darà risposta alle richieste di ulteriori spazi, riunendo in un’unica area alcune sedi oggi distribuite sul territorio e realizzando un’infrastruttura moderna e razionaleche permetta di ottenere economie in termini di gestione e di concentrare in una sola sede tutti gli sviluppi edilizi dei prossimi anni. L’area che ospiterà il “Polo Sant’Anna in San Giuliano terme” si estende per 43mila metri quadrati circa, al confine con il Comune di Pisa, in località “La Fontina – Praticelli” e, dal punto di vista logistico, occupa una posizione ideale. Si trova infatti lungo la strada che collega Pisa all’ospedale di Cisanello, alla viabilità di collegamento nazionale, all’aeroporto “Galileo Galilei” ed è vicinissima all’area di ricerca Cnr di San Cataldo, dove si trova l’Istituto Tecip (Tecnologie della Comunicazione, dell’Informazione, della Percezione) e il nascente Laboratorio per le reti fotoniche, al campus residenziale universitario detto dei “Praticelli”, nonché alla prossima sede della facoltà di chimica dell’Università di Pisa. La sede storica della Scuola Superiore Sant’Anna in linea d’aria dista poche centinaia di metri ed è raggiungibile agevolmente grazie anche a un sistema di piste ciclabili. Il “Polo Sant’Anna in San Giuliano Terme” risponde quindi a esigenze logistiche di area vasta.

La nascita ed il completamento del “Polo Sant’Anna in San Giuliano Terme” si distribuiscono in più fasi. La prima, che prenderà avvio con le attività di progettazione nel corso del 2014, prevede le necessarie opere di urbanizzazione e la costruzione del “Polo di Scienze della Vita”, che comprende essenzialmente le attività didattiche e di ricerca dell’omonimo istituto, in cui sono confluiti i settori di Scienze mediche e di Scienze agrarie e biotecnologie. Entro il 2017 è prevista la conclusione del “Polo di Scienze della Vita”, dove troveranno spazio, ideale e fisico, le discipline che si occupano degli organismi viventi, della loro organizzazione molecolare e cellulare, nonché dell’interazione con l’ambiente. Il “Polo di Scienze della Vita” includerà laboratori e strutture finalizzate alla gestione dei sistemi viventi, lo studio dell’agricoltura e il suo impatto con l’ambiente, la salvaguardia dellasalute dell’uomo e le cure mediche correlate.

Secondo l’accordo di programma, il primo stralcio comprende, dal punto di vista edilizio, la costruzione di spazi per circa 4500 metri quadrati, suddivisi in 3300 metri quadrati di laboratori1000 metri quadrati per spazi didattici e per gli studi di docenti e ricercatori. Altri 200 metri quadrati ospiteranno i locali di supporto. L’investimento totale (riferito al primo stralcio) ammonta a circa 11 milioni di euro, dando inizio a un’opera che si configura di interesse nazionale. Relativamente ai tempi, entro la fine del 2014 è prevista l’aggiudicazione dei lavori e la preparazione del cantiere, con la sua apertura nei primi mesi del 2015. Intanto, d’intesa con il Comune di San Giuliano Terme e nel rispetto dell’accordo di programma, l’area comincerà a perdere la fisionomia dicampo incolto, grazie alle prime opere di urbanizzazione.

“L’accordo di programma sottoscritto con il Comune di San Giuliano Terme – commenta il Rettore Pierdomenico Perata – assume un’importanza strategica per programmare lo sviluppo della Scuola Superiore Sant’Anna. Con l’acquisto del terreno su cui sorgerà il ‘Polo Sant’Anna in San Giuliano’ la Scuola ha finalmente individuato l’unica area in cui concentrare i suoi prossimi investimenti edilizi, lavorando in un’ottica di lungo periodo e favorendo la creazione e il successivo consolidamento di un’area vasta della didattica e della ricerca, dove le nostre infrastrutture si integreranno con quelle del Cnr, dell’Università di Pisa e del nostro Istituto Tecip, collocato a poche centinaia di metri di distanza. Aver suddiviso il progetto complessivo in più stralci – aggiunge Perata – significa poterlo gestire in maniera ‘modulare’, prevedendo la costruzione di ulteriori insediamenti quando se ne presenterà la necessità e quando i finanziamenti saranno disponibili. Con il primo stralcio, che prevede la realizzazione del ‘Polo di Scienze della Vita’, sarà possibile riunire alcune sedi dell’omonimo Istituto oggi dislocate sul territorio e questo permetterà di ottenere significative economie in termini di gestione e soprattutto servirà ad agevolare le attività didattiche e di ricerca di un settore che la Scuola ritiene strategico”.

“E’ un grande onore per la nostra comunità ospitare una sede operativa della Scuola Superiore Sant’Anna – sottolinea il sindaco Paolo Panattoni  che risulta essere una delle eccellenze italiane. Questo risultato è il frutto di alcuni anni di tenace lavoro e disinergie operative fra le strutture comunali e quelle della scuola ed è sicuramente uno dei primi successi concreti delle politiche di area vasta che fanno riferimento al piano strategico dell’area pisana e dei sei comuni che la compongono. Un segnale importante nella difficile contingenza che viviamo, che testimonia come si possa fare squadra e pianificare azioni concrete con l’obbiettivo di creare nuove opportunità di lavoro, credere nel mondo dell’università e della ricerca come volano di crescita e stimolare scenari di potenziali collaborazioni positive con le realtà già operative sul territorio”.

Google+
© Riproduzione Riservata