• Google+
  • Commenta
16 ottobre 2013

Università di Bolzano. Società Italiana di Design dell’Unibz

Libera Università di BOLZANO –  Nella Società Italiana di Design anche l’Università di Bolzano

9 atenei uniti per lo sviluppo, l’affermazione e la diffusione della cultura del design: il 3 ottobre è nata la Società italiana di design, della quale fa parte anche la Libera Università di Bolzano.

Il prof. Kuno Prey dell’Università di Bolzano è stato eletto membro del primo consiglio direttivo.

L’obiettivo della Società italiana di design di cui fa parte l’Università di Bolzano è promuovere le attività di ricerca sul design in tutte le sue articolazioni.

Per far questo cerca la collaborazione internazionale e promuove la costituzione di network scientifico-culturali. È particolarmente interessata a dibattere i criteri per la definizione della qualità scientifica della ricerca e ad affrontare e discutere negli aspetti generali di orientamento la formazione nel campo del design.

La neonata associazione si occuperà inoltre di incentivare la diffusione e l’approfondimento delle conoscenze del design tramite la cura di pubblicazioni, l’organizzazione di workshop, seminari e congressi. Per incentivare lo studio ed il progresso della disciplina più in generale, si occuperà di attribuire borse di studio a ricerche di propri associati e dell’istituzione di appositi premi.

La Società italiana di design ha visto la luce a Treviso e conta tra i fondatori la Libera Università di Bolzano, in particolare con la Facoltà di Design e Arti.

Gli altri atenei coinvolti sono quelli di Ferrara, Napoli, Genova, Firenze, Ascoli Piceno, il Politecnico di Milano, l’Università La Sapienza di Roma e lo IUAV.

Google+
© Riproduzione Riservata