• Google+
  • Commenta
14 ottobre 2013

Università di Ferrara. Andrisano e Caracciolo Caracciolo presentano Il compagno dell’anima

Università di FERRARA – Alle Department Lectures del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Ferrara la Prof.ssa Andrisano e il Prof. Caracciolo presentano il volume di Guidorizzi Il compagno dell’anima. I Greci e il sogno

Nuova edizione per le Department Lectures del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Ferrara, che si tengono da ottobre a dicembre, e che anche quest’anno presentano un fitto calendario di conferenze.

Appuntamento domani, martedì 15 ottobre, alle ore 16  all’Istituto Universitario di Studi Superiori IUSS-Ferrara 1391, (via Scienze, 41/b), con Angela M. Andrisano, Professore Ordinario del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Ferrara e Stefano Caracciolo, Ordinario di Psicologia Clinica del Dipartimento di Scienze Biomediche e Chirurgico Specialistiche di Unife, che presenteranno il volume di Giulio Guidorizzi (Università di Torino), Il compagno dell’anima. I Greci e il sogno (Raffaello Cortina Editore).

“Abbiamo deciso – afferma Matteo Galli, Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Ferrara – di dare vita a una serie di iniziative culturali, aperte alle cittadinanza, che saranno tenute da nostri studiosi e studiosi ospiti e che intendono documentare la molteplicità e la ricchezza delle attività che organizziamo”.

“Il volume di Guidorizzi – spiegano Andrisano e Caracciologuida lo studioso di antichistica, ma anche un pubblico di lettori colti, lungo un affascinante viaggio attraverso i testi della cultura classica, alla ricerca dei significati che gli antichi attribuivano alle visioni notturne e  agli incubi, senza tralasciare  la funzione che i sogni potevano avere nella pratica della medicina antica. Viene così ricostruita un’antropologia del sogno attraverso l’identificazione delle diverse tipologie evocate dai poeti, analizzate dagli eruditi, studiate dai filosofi, raccolte e ordinate da letterati lungo un ampio arco di tempo. Il saggio offre una messe di fonti attentamente e intelligentemente vagliate, affiancate da continui richiami a scrittori e studiosi moderni. ‘Molto prima di Freud- scrive Guidorizzi- Sinesio di Cirene (V sec. d.C.) aveva formulato l’idea che erano stati proprio i sogni a stimolare l’umanità a inventare i miti’”.

Google+
© Riproduzione Riservata