• Google+
  • Commenta
25 ottobre 2013

Università di Modena e Reggio Emilia. Nuovo Direttore Intermech

Università di MODENA e REGGIO EMILIA – Nuovo Direttore Intermech all’Università di Modena e Reggio Emilia

Unimore

Unimore

InterMech MO.RE, il centro di ricerca cuore della rete dei Tecnopoli delle province di Modena e Reggio Emilia ha un nuovo direttore. E’ il prof. Tiziano Manfredini, che succede nell’incarico al prof. Angelo O. Andrisano, che a giorni assumerà la guida dell’Università di Modena e Reggio Emilia.

Angelo O. Andrisano, ormai prossimo ad assumere la carica di Rettore dell’Università di Modena e Reggio Emilia, lascia la direzione di InterMech – MO.RE, il Centro Interdipartimentale per la Ricerca Applicata e i Servizi nel Settore della Meccanica Avanzata e della Motoristica che tanto aveva contribuito a creare.

Ragioni di incompatibilità contemplate dallo Statuto d’Ateneo l’hanno costretto a compiere questo passo.

Vorrei ringraziare tutti i colleghi ed il personale tecnico e amministrativo che si sono impegnati in questi anni – afferma il prof. Angelo Oreste Andrisanonelle attività di ricerca industriale; sono particolarmente grato ai giovani ricercatori a tempo determinato e a tutti gli assegnisti che hanno consentito di portare a termine ambiziosi programmi di ricerca che hanno suscitato l’interesse di importanti gruppi industriali. Grazie alla dott.ssa Cattani  che ha gestito con grande abilità tutti i problemi di carattere burocratico. Credo che l’attività del Centro sia stata utile allo sviluppo del nostro territorio ed anche alla formazione di giovani ingegneri. Auspico che anche in futuro sia mantenuta questa importante missione di trasferimento tecnologico e sono certo che la nuova governance saprà perseguire questi obiettivi, così come quelli inerenti le opportunità di Horizon 2020”.

Gli succede il prof. Tiziano Manfredini, docente di Scienza e Tecnologia dei Materiali al Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Modena e Reggio Emilia “Enzo Ferrari”. Lo ha deciso unanimemente il Consiglio del Centro nella riunione tenutasi mercoledì 23 ottobre presso la sede, in via Vignolese 905/b presso il DIEF.

Il Centro dell’Università di Modena e Reggio Emilia – ha affermato dopo la nomina il prof. Tiziano Manfredinideve continuare a contribuire al rafforzamento delle imprese che operano nei vari settori della meccanica e della motoristica, soprattutto attraverso una loro sempre maggiore collocazione a livello internazionale. Per il conseguimento di ciò è sempre più importante che il centro sia traino per l’acquisizione e il miglioramento della conoscenza. Fra gli obiettivi del Centro individuo, quindi, non solamente l’indispensabile attività di servizio che svolgiamo per le imprese, bensì anche il rafforzamento della conoscenza scientifica e tecnologica di base dei propri ricercatori, così da essere sempre più <promotore> e non <sostenitore> di innovazione. Ritengo pertanto fondamentale puntare sull’aumento delle competenze, preesistenti o da acquisire, e sui giovani laureati”.

Punta di diamante dei Tecnopoli nelle provincie di Modena e Reggio Emilia, InterMech MO.RE vanta specifiche competenze e strumenti dedicati alla ricerca nel campo della simulazione avanzata per la progettazione meccanica e l’automotive, della soluzione di problematiche legate al comportamento dinamico delle macchine, della progettazione di materiali e sistemi meccatronici e dell’ottimizzazione delle superfici di contatto in riferimento ai problemi di attrito e usura, offrendo alle imprese servizi specialistici di ricerca industriale sul tema della progettazione e sviluppo di nuovi prodotti e processi industriali, promuovendo e coordinando studi e ricerche intersettoriali nel campo della Meccanica Avanzata e della Motoristica e svolgendo le attività di ricerca correlate anche nei settori ICT, Materiali e Superfici, Meccatronica, Design Industriale.

Partner di Demo Center – SIPE, InterMech MO.RE è altresì partner di start–up e spin-off di giovani ricercatori promosse dall’Ateneo (AstrA RESEARC, Nimesis e R&D CFD) e collabora con laboratori della Piattaforma Meccanica e Materiali del Tecnopolo regionale. Fanno capo ad InterMech MO.RE importanti progetti di ricerca europei e nazionali e con prestigiose aziende: Ferrari, Samsonite, Zephir, Panaria Group.

TIZIANO MANFREDINI

Cinquantacinquenne, Tiziano Manfredini è professore ordinario di Scienza e Tecnologia dei Materiali ed attualmente titolare di numerosi insegnamenti presso il Dipartimento di Ingegneria “E. Ferrari” dell’Università di Modena e Reggio Emilia ed è Presidente del corso di laurea magistrale in Ingegneria dei Materiali. Il prof. Manfredini ha svolto un’intensa attività scientifica nell’ambito della scienza e tecnologia dei materiali, interessandosi della loro progettazione, sintesi, struttura, trasformazioni, reattività ed applicazioni. Nell’attività scientifica particolare risalto hanno avuto gli studi inerenti i materiali ceramici, che sono stati affrontanti sia nei loro aspetti teorici, ma anche in quelli più applicativi, tenendo conto che la grande evoluzione nelle tecnologie industriali e nei processi avvenuta in questi anni ha profondamente trasformato i settori, richiedendo lo sviluppo di nuovi materiali con prestazioni tecniche nettamente superiori alle precedenti. E’ autore e/o co-autore di oltre 300 pubblicazioni scientifiche riguardanti diversi aspetti dei materiali ed è stato o è coordinatore di oltre 100 progetti di ricerca e/o trasferimento tecnologico regionali, nazionali ed internazionali. Oltre all’attività didattica e di ricerca istituzionale negli ultimi anni il prof. Manfredini ha svolto un’intensa attività di formazione professionale e di trasferimento delle conoscenze e di servizio alle aziende, allo scopo di favorire una stretta integrazione fra aziende, centri avanzati di ricerca e realtà accademiche.

Google+
© Riproduzione Riservata