• Google+
  • Commenta
5 novembre 2013

La ricerca all’Università degli Studi di Padova di Bologna, Catania e Chieti

Università degli Studi di PADOVA – Incontri nelle Università degli Studi di Padova di Bologna, Catania e Chieti. La cura al tempo dell’esplorazione genomica in Aula Magna

Ricerca

Ricerca

La ricerca ha sempre più bisogno di integrarsi con discipline diverse: fisici, ingegneri, matematici, il futuro della ricerca passa dai giovani, allargandosi a nuove competenze. AIRC entra nelle Università di Padova Bologna, Catania e Chieti per parlare di tutto questo ai ricercatori di domani.

L’iniziativa “Incontri nelle Università” è nata nel 2011: si tratta di un progetto pensato e realizzato insieme alle più note Università italiane, per dare voce all’anima scientifica de I Giorni della Ricerca.

Elemento distintivo è il coinvolgimento non solo degli studenti di medicina e di biologia, ma anche di altre discipline – come la biofisica, chimica, fisica, biotecnologia, ingegneria – che si stanno rivelando sempre più utili per la ricerca sul cancro. Oggi la ricerca ha bisogno delle competenze di nuove professioni: questa iniziativa rappresenta quindi anche un’opportunità per suggerire agli studenti nuovi orizzonti di lavoro.

Per ciascun Incontro nelle Università degli Studi di Padova di Bologna, Catania e Chieti, saranno due/tre i relatori provenienti da ambiti di ricerca diversi – base, traslazionale e clinica – che articoleranno gli interventi a seconda della loro specifica competenza inserita nel tema che costituisce il leitmotiv de I Giorni della Ricerca 2013. È prevista per ciascun incontro la presenza straordinaria di una personalità del mondo della comunicazione.

Giovedì 7 novembre in Aula Magna “Galileo Galilei” di Palazzo Bo, via VIII febbraio 2 a Padova, dalle ore 11.00 moderati da Giovanni Caprara,  giornalista scientifico de Il Corriere della Sera, in un incontro dal titolo “La cura al tempo dell’esplorazione genomica”interverranno Alberto Amadori, Università degli Studi di Padova, su “Il micro-ambiente tumorale, il campo di battaglia tra tumore ed ospite”, Laura Locati, Istituto nazionale dei tumori di Milano, sulla collaborazione tra il biologo molecolare e il clinico, nella terapia del cancro: il modello di cura nei tumori delle ghiandole salivari, Telmo Pievani, Università degli Studi di Padova, sul cancro dal punto di vista dell’evoluzione, e Giorgio Stassi,  Università degli Studi di Palermo, su “Tumori: dall’origine alle terapie. Come le cellule staminali tumorali possono determinare la scoperta di nuove terapie”.

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy