• Google+
  • Commenta
14 novembre 2013

Novi Sad, convenzione con l’Università degli Studi di Udine

Convenzione Uniud - Novi Sad
Convenzione Uniud - Novi Sad

Convenzione Uniud – Novi Sad

Il Rettore De Toni dell’Università degli Studi di Udine ha firmato una convenzione con l’ateneo di Novi Sad.

L’Università degli Studi di Udine in Serbia: Al via la collaborazione nel settore vitivinicolo. In programma scambi di studenti e studenti e in futuro la realizzazione di doppi titoli accademici

Prosegue l’impegno dell’Università degli Studi di Udine sul fronte dell’internazionalizzazione. Il rettore dell’Università degli Studi di Udine Alberto Felice De Toni ha sottoscritto in Serbia, all’università di Novi Sad, un accordo di collaborazione didattica internazionale nel settore della viticoltura e dell’enologia.

La convenzione firmata dall’Università degli Studi di Udine è stata siglata da Miroslav Vesković, rettore dell’università di Novi Sad e Milan Popović, preside della facoltà di Agricoltura. Per l’l’Università degli Studi di Udine erano presenti anche i professori Roberto Zironi, presidente del corso di laurea in Viticoltura ed enologia e Enrico Peterlunger, presidente del corso di laurea magistrale in Viticoltura, enologia e mercati vitivinicoli.

“C’è un tempo per ogni cosa e questo è quello della collaborazione” ha detto De Toni dell’Università degli Studi di UDINE, sottolineando anche l’importanza della partecipazione alla missione della Regione Fvg con la presenza del presidente del Consiglio regionale, Franco Iacop e di Andrea Cecchini, referente dei progetti Agrowine e Innowine di Informest. “La Regione – ha spiegato Iacop – ormai da 10 anni ha firmato un protocollo di intesa con la provincia autonoma della Vojvodina e collabora in diversi campi con progetti specifici nel settore della sanità, dell’informatica, delle piccole medie imprese, della cultura con la Fondazione Aquileia su evidenze romane e dell’agricoltura con i progetti Innowine e Agrowine nel settore della vite e del vino. Con grande soddisfazione ora – conclude Iacop – andiamo a concretizzare con l’Università degli Studi di Udine un ulteriore sviluppo di questo ambito”.

Scopo dell’accordo, di durata triennale ma rinnovabile, è quello di facilitare e migliorare la cooperazione accademica nei settori della didattica, della ricerca, della formazione universitaria e post-laurea, oltre allo scambio di studenti, dottorandi e ricercatori per soggiorni di studio, di ricerca e la realizzazione di convegni e seminari a livello internazionale. Le due università potranno favorire lo scambio culturale e la cooperazione, l’accesso alle biblioteche universitarie e la condivisione di contatti con altre istituzioni culturali dei rispettivi paesi. L’Università degli Studi di Udine, inoltre, metterà a disposizione la propria esperienza per supportare la nascita di un corso triennale in Viticoltura nella facoltà di Agricoltura dell’ateneo di Novi Sad, collaborando all’organizzazione del programma di studio e alla formazione il personale docente, oltre che attraverso il coinvolgimento diretto nell’insegnamento durante i primi anni di attuazione del corso. L’obiettivo futuro è quello di realizzare doppi titoli accademici tra le due università nel settore vitivinicolo.

Il corso di studi in Viticoltura ed enologia dell’Università degli Studi di Udine ha infatti sviluppato una marcata connotazione internazionale. Avviato nel 1993 assecondando la vocazione vitivinicola regionale, il corso fornisce agli studenti un completamento della formazione con l’esperienza in altri Paesi grazie alla possibilità del doppio riconoscimento del titolo di laurea con la Germania, l’Argentina e il Brasile, in seguito, rispettivamente, alle convenzioni con le università di Geisenheim, Mendoza e Bento Gonçalves. La struttura didattica del corso è elaborata sulla base delle linee guida proposte dall’Organisation Internationale de la Vigne et du Vin (Oiv, Parigi). “In questi vent’anni – sottolineano Peterlunger e Zironi – si sono laureati all’Università degli Studi di Udine più di 500 enologi operanti in tutte le regioni italiane e all’estero. L’ampia articolazione didattica di questi corsi di laurea e l’analisi del collocamento professionale dei laureati contribuiscono a rafforzare il ruolo che il Friuli Venezia Giulia svolge nella formazione di laureati dedicati al settore della produzione di vino nel panorama della viticoltura nazionale e mondiale”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy