• Google+
  • Commenta
15 novembre 2013

Mostra libri antichi all’Università degli Studi di Pisa

I musei Unipi
Mostra libri antichi a Unipi

Mostra libri antichi a Unipi

Prorogata sino al 28 novembre la mostra libri antichi della Biblioteca di Lingue  e Letterature Moderne 1” dell’Università degli Studi di Pisa

Il percorso espositivo comprende preziosi volumi del ‘500 e ‘600 fra cui anche manoscritti considerati perduti

La mostra “I Libri antichi della Biblioteca di Lingue e Letterature Moderne 1” dell’Università degli Studi di PISA è stata prorogata sino al 28 novembre. L’esposizione giunge a conclusione di un progetto finanziato dalla Fondazione Pisa e presentato in collaborazione con l’Ufficio Conservazione della Biblioteca dell’Università degli Studi di Pisa per il restauro dei libri del XVI e del XVII secolo della biblioteca.

L’esposizione della biblioteca dell’Università degli Studi di Pisa si articola in sei sezioni e ospita volumi del ’500 e del ’600 fra cui anche preziosi manoscritti considerati “smarriti”. Il percorso comincia con i classici greci e latini, fra cui la Geografia di Tolomeo o le Metamorfosi di Ovidio, quindi continua con la sezione di Lingua e letteratura italiana con autori tra i quali Castiglione, Ammirato, Boccalini, Petrarca,  Torquato Tasso, Gelli e per quanto riguarda la storia della lingua, Beni e Politi. La parte dei manoscritti è quindi aperta da un volume considerato perduto dagli studiosi di francescanesimo, il Libro delle cronache o delle tribolazioni dell’Ordine dei Minori del beato Angelo Clareno, databile tra la fine del XV secolo e gli inizi del XVI. La sezione spagnola ospita quindi, oltre ad autori di poesia e prosa seicentesca, alcuni volumi dedicati alla lingua spagnola, tra cui il vocabolario toscano-castigliano di Christobal de las Casas del 1591 e infine, nella parte dedicata alla storia, i sette volumi degli Annali di Aragona di Zurita y Castro. Nella sezione di francese, per la storia della lingua sono esposte le opere di Ménage e Furetière e nella parte dedicata al teatro rare edizioni di Scarron, Corneille e Gherardi, queste ultime provenienti dalla recente e pregiata donazione del professor Busnelli. Chiude infine la mostra una sezione dedicata al restauro dei volumi, con immagini fotografiche dei libri prima e dopo il lavoro di intervento.

L’esposizione, a ingresso gratuito, è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alla 18.00 presso la Biblioteca di Lingue e Letterature Moderne 1 dell’Università degli Studi di Pisa n Piazza Torricelli, 2.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy