• Google+
  • Commenta
28 novembre 2013

Sciopero e Mobilitazione Studenti Universitari: lo sciopero contro Il Dl Istruzione

Unisalento nella classifica atenei

Università del Salento – Il 28 Novembre 2013 è stata giornata di sciopero, mobilitazione e protesta per molti studenti e in molte univesità Italiane

Università del Salento

Università del Salento

In occasione dell’incontro tra la Ministra Carrozza e il Rettori degli atenei del Sud Italia migliaia di studentesse e studenti, dottorandi, docenti e personale tecnico hanno affollato tante assemblee e iniziative a Foggia, Bari, Lecce, Campobasso, Napoli e Cosenza.

Questa mattina anche nell’Università del Salento, in concomitanza alla sospensione delle lezioni e dello sciopero, si è svolta la Conferenza d’Ateneo che ha visto la partecipazione di studenti, ricercatori, dottorandi e docenti. I lavori della commissione si sono conclusi con la costituzione di un gruppo di lavoro che, a partire dalle criticità sui recenti provvedimenti emerse oggi, si occuperà di elaborare delle proposte da discutere negli organi accademici.

La mobilitazione e lo sciopero continuerà con l’assemblea studentesca prevista per il pomeriggio.

“Questa giornata di sciopero dimostra che il mondo universitario non è sopito, anzi ha dimostrato che esiste una partecipazione molto ampia e un dissenso generalizzato, testimoniato dalle affollate assemblee svoltesi oggi negli atenei, nei confronti delle politiche governative sull’Università e la Ricerca in particolar circa i temi del finanziamento, del Diritto allo Studio e del reclutamento.” – dichiara Link –

Le tante università mobilitatesi e in sciopero oggi hanno rilanciato un tema di fondamentale importanza: il ruolo degli atenei in contesti economicamente svantaggiati. La chiusura di molti atenei del sud configurerebbe un colpo definitivo per i livelli occupazionali del Mezzogiorno.

“Dall’incontro in corso al MIUR crediamo debba uscire un segnale forte ed in controtendenza rispetto alle recenti politiche universitarie.” – dichiara Link –

Banner scrivi a redazione controcampus“La Ministra Carrozza ed i rettori hanno una responsabilità politica enorme e per questo ci aspettiamo risposte concrete e non vuote promesse. ” – Conclude Link –

Google+
© Riproduzione Riservata