• Google+
  • Commenta
4 dicembre 2013

All’Unisannio generazione e controllo del ritmo cardiaco

Unisannio di BENEVENTO – Breve resoconto seminario all’Unisannio sui canali “funny”: generazione e controllo del ritmo cardiaco è intervenuto il prof. Dario di Francesco

Rirmo Cardiaco all'Unisannio

Rirmo Cardiaco all’Unisannio

Il Dipartimento di Scienze e Tecnologie (DST) dell’Unisannio ha ospitato il seminario del prof. Dario DiFrancesco, ordinario di Fisiologia del Dipartimento di Bioscienze, The PaceLab, dell’Università degli Studi di Milano, su “I canali funny: generazione e controllo del ritmo cardiaco”.

L’incontro dell’Unisannio, al quale hanno partecipato numerosi studenti e docenti, è stato curato del direttore del DST, il professore Fernando Goglia.

Al professore DiFrancesco si deve la scoperta nel 1979, insieme a Hilary Brown e Susan Noble del laboratorio di Fisiologia dell’Università di Oxford, della corrente denominata “funny” ovvero “bizzarra”, in quanto responsabile della ritmicità spontanea e ripetitiva del battito del cuore, nota come attività “pacemaker”.

Di assoluto rilievo è la possibilità che i canali “funny” possano essere sfruttati per generare pacemaker biologici, ovvero agglomerati di cellule dal battito spontaneo che sostituirebbero i pacemaker elettronici.

Già nota la rilevanza clinica dei canali funny in genetica. Difatti, le mutazioni del gene dei canali funny sono associate ad aritmie ereditarie.  Inoltre, i canali “funny” rappresentano già una nuova frontiera per trattamenti farmacologici contro le malattie cardiovascolari quali angina, ipertensione e infarto, con una forte riduzione di effetti collaterali rispetto ai farmaci tradizionali . Risale, infatti, al 2005 l’uscita sul mercato dell’ivapradina, una molecola che agendo sui canali funny è in grado di controllare la frequenza cardiaca, per la cura dell’angina cronica.

Google+
© Riproduzione Riservata