• Google+
  • Commenta
10 dicembre 2013

A Unifi il Futuro è Quantum

Spicca il volo a Firenze il centro di inanellamento formativo e ricerca

Università degli Studi di FIRENZE – Conferenza: “Il futuro è Quantum”. In occasione dei 100 anni dell’atomo di Bohr e dei primi 80 anni di Fortunato Tito Arecchi ore 10,45 – Dipartimento di Fisica e Astronomia, Largo E. Fermi, 2 Unifi

Unifi

Unifi

I nuovi orizzonti della fisica di frontiera, il contributo della ricerca fiorentina al progresso scientifico, i progetti su cui sono impegnati i giovani ricercatori.

Di questo si parlerà mercoledì 11 dicembre, alle 10.45, al Dipartimento di Fisica e Astronomia in Largo Enrico Fermi 2 Unifi, ad Arcetri, nell’ambito di una conferenza, “Il Futuro è Quantum”, organizzata dall’Ateneo Unifi, insieme al Dipartimento di scienze fisiche e tecnologie della materia del Cnr, l’Istituto nazionale di ottica (Ino) del Cnr, il Lens e QStar, in occasione di una doppia ricorrenza: gli 80 anni di Fortunato Tito Arecchi, professore emerito dell’Unifi e storico direttore dell’Ino-Cnr, e l’anniversario dei 100 anni dell’atomo di Bohr.

Il programma prevede l’intervento di giovani studiosi provenienti da tutt’Italia e dall’estero al fianco di scienziati di chiara fama. I primi presenteranno le ricerche su cui stanno lavorando, i secondi illustreranno i nuovi scenari della fisica oltre che delle indagini di storica importanza come quelle che hanno portato alla scoperta del laser alla quale anche Arecchi ha dato un contributo essenziale.

Fortunato Tito Arecchi è professore emerito dell’Unifi dal 2009. Presso l’Ateneo fiorentino è stato ordinario di Fisica dal 1970 al 2008. Ha insegnato anche all’Università di Stanford e al MIT. Dal 1975 al 2000 è stato inoltre presidente dell’Istituto Nazionale di Ottica. I suoi maggiori contributi riguardano la scoperta dei fenomeni di ordine e caos nei laser e la loro descrizione mediante la statistica dei fotoni. Membro di numerosi associazioni internazionali, nel 1995 ha ricevuto la Medaglia Max Born. Nel 2006 ha vinto il premio Enrico Fermi.

Google+
© Riproduzione Riservata