• Google+
  • Commenta
27 marzo 2014

Autodifesa: corso di autodifesa per studentesse e dipendenti

Università degli Studi di Ferrara – Al via il secondo corso di autodifesa gratuito riservato alle studentesse e alle dipendenti di unife

Autodifesa

Autodifesa

Nell’ambito delle azioni positive sviluppate all’interno delle Politiche di Pari Opportunità, l’Università degli Studi di Ferrara promuove, in collaborazione con il CUS di Via Gramicia, il secondo corso gratuito di autodifesa femminile riservato alle studentesse e alle dipendenti dell’Ateneo, che unisce all’esercizio di  tecniche pratiche anche l’approfondimento di aspetti psicologici e profili penalistici.

Come afferma Cristiana Fioravanti, Delegata del Rettore alle Pari Opportunità, “ la prima edizione del corso di autodifesa, che ha visto coinvolte 23 studentesse e 7  dipendenti dell’Ateneo, si è conclusa lo scorso 22 marzo con grande successo e soddisfazione delle partecipanti. In realtà, già durante la fase di lancio dell’iniziativa,  abbiamo subito registrato numerose richieste di adesione.

Così ci siamo immediatamente attivate  per organizzarne una seconda edizione del corso di autodifesa, per offrire un segnale positivo volto ad accogliere nel tempo il maggior numero di richieste.  Anche questo nuovo ciclo si compone di 8 lezioni teorico/pratiche, che si terranno nelle serate di martedì 1, 8, 15, 29 aprile e 6, 13, 20, 27 maggio, dalle 18 alle 19,30, nei locali della Palestra Format di via Cassoli, 25 a Ferrara, a cura di Alessandro Misiani, Avvocato del Foro di Ferrara e Maestro di Kick Boxing.  L’iniziativa sarà interamente finanziata dal CUS Ferrara, grazie alla sensibilità e disponibilità della Direttrice, Carla Parolini.

Le partecipanti al corso di autodifesa dovranno così sostenere unicamente l’onere di 5 Euro, corrispondente all’ attivazione della tessera CUS, se non già posseduta,  per la copertura delle spese assicurative”.

“Stiamo lavorando con gli organi preposti d’Ateneo, in particolare con il Consiglio di Parità, diretto da Silvia Borelli, e il Comitato Unico di Garanzia, diretto da Cinzia Mancini – conclude Fioravantiper rendere stabile all’interno della nostra Università questa proposta formativa sull’autodifesa, utile per diffondere i valori del rispetto, della diversità e della legalità e contrastare la violenza e le discriminazioni”.


© Riproduzione Riservata