• Google+
  • Commenta
2 aprile 2014

Università di Messina: UniVerde, studenti promuovono la differenziata

Differenza e differenziata anche nell'Università


Università di Messina – “UniVerde”: gli studenti dell’Università di Messina promuovono la raccolta differenziata

Università di Messina - UniVerde

Università di Messina – UniVerde

Continua l’impegno degli studenti dell’Università di Messina  nella strategia della razionalizzazione della raccolta dei rifiuti.

E’ stato presentato, oggi,  presso l’Aula Magna 2 dell’ex Facoltà di Economia dell’Università di Messina il progetto “UniVerde”, promosso dalle associazioni universitarie Morgana e Atled, l’obiettivo è quello di un concreto avvio della raccolta differenziata in tutto l’Ateneo, a partire dai singoli Dipartimenti.

“L’iniziativa parte dai rappresentanti degli studenti del Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale dell’Università di Messina – ha detto Francesco Armone, dell’Associazione Morgana – ed essendoci trovati d’accordo sulle tematiche siamo riusciti, grazie all’aiuto con del prof. Augusto D’Amico, direttore del Dipartimento di SEAM e dell’ing. Cesare Corrieri, responsabile RD di MessinAmbiente, ad avviare questo progetto anche nel Dipartimento di Giurisprudenza e in quello di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative.”

“E’ importante sottolineare” – ha concluso Armone – che ‘Univerde’ è totalmente finanziata dagli studenti; nel fine settimana, infatti, ci incontreremo per realizzare i cestini destinati alla raccolta e che saranno donati ai due Dipartimenti dell’Università di Messina”

“C’è grande attenzione da parte dell’Università di Messina – ha detto il prof. D’Amico – per temi ambientali, come quello della raccolta differenziata. Questa,  in particolare, è una iniziativa che parte dagli studenti e verrà sostenuta nel miglior modo possibile”.

Presente anche il sindaco di Messina, Renato Accorinti, il quale ha affermato che “bisogna cogliere ogni occasione per fare ripartire la città e c’è bisogno di uno sforzo comune, si è infatti cittadini quando si è parte attiva  della vita collettiva: creare questo senso di partecipazione  è la strada per fare cambiare le cose”.

“E’ la somma di piccoli comportamenti virtuosi che porta benefici per l’intera comunità”, ha spiegato il vice sindaco, prof. Guido Signorino, che ha partecipato alla presentazione ed ha accolto l’iniziativa con entusiasmo, sottolineando che progetti come questo sono in totale  sintonia con gli obiettivi dell’Amministrazione comunale.

All’incontro dell’Università di Messina hanno preso parte, inoltre, l’ing. Cesare Corrieri, responsabile RD MessinAmbiente, il dott. Alessio Ciacci, amministratore delegato di MessinAmbiente  e Smeralda Mangano, dell’ Associazione Morgana.


© Riproduzione Riservata